Ecco l’Ascoli

Ecco l’Ascoli

L’Ascoli che riceve il nuovo Toro di Lerda è una squadra in ottima salute. A testimoniarlo, gli ultimi risultati, che vedono la squadra di Castori imbattuta da sette partite. Numeri importanti, in particolare per una squadra in piena crisi societaria e tartassata dai punti di penalizzazione. Una crisi societaria per alcuni aspetti simile a quella granata, ma con le dovute differenze. Se ad Ascoli sono gli stipendi a mancare, a Torino è…

L’Ascoli che riceve il nuovo Toro di Lerda è una squadra in ottima salute. A testimoniarlo, gli ultimi risultati, che vedono la squadra di Castori imbattuta da sette partite. Numeri importanti, in particolare per una squadra in piena crisi societaria e tartassata dai punti di penalizzazione. Una crisi societaria per alcuni aspetti simile a quella granata, ma con le dovute differenze. Se ad Ascoli sono gli stipendi a mancare, a Torino è la forza del gruppo, incapace di fare quadrato con il proprio allenatore ed isolarsi dal contesto societario.

Inoltre, se a Torino si parla di vendita con nessun aquirente in vista, ad Ascoli c’è già una cordata, formata da diversi imprenditori, pronta a rilevare la società. Per avere maggiori dettagli sulla situazione ascolana e sullo stato di forma della squadra, abbiamo intervistato la collega Annarita Marini, de “Il Corriere Adriatico”, che segue quotidianamente i ragazzi di Castori.

Stato di forma
La squadra è in salute, come testimoniano gli ultimi risultati. La vittoria con il Vicenza ha dato ulteriore morale all’ambiente, demoralizzato dalla drammatica situazione societaria. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare un altro punto di penalizzazione, il settimo, anche se la società farà ricorso. Ad Ascoli si dice che la squadra è stata “castorizzata”, tutti i ragazzi si sono uniti con l’allenatore e con il pubblico, lasciando perdere la crisi della società.

Situazione infortunati
L’unico ad avere qualche problema fisico è Uliano, ma potrebbe anche recuperare per sabato. Per il resto, tolti gli squalificati Calderoni e Di Donato, Castori avrà solo l’imbarazzo della scelta. Bisognerà vedere se concederà unpo’ di riposo a chi ha giocato martedì sera.

Modulo
Castori predilige un 4-3-3 anomalo, più simile ad un 4-3-2-1, con una punta centale e due esterni offensivi al suo fianco. In mediana, davanti alla difesa dovrebbe tornare Pederzoli ed in attacco dovrebbe confermare Feczesin, come punta di riferimento, affiancato da Lupoli e Cristiano.

Obiettivo
L’Ascoli, ad inizio stagione, era una squadra creata per centrare i play-off. Ora, la situazione è cambiata e l’unico obiettivo è la salvezza. La squadra continua a ricevere punti di penalizzazione e questo non aiuta i giocatori, che però sembrano tirare fuori il meglio nelle difficoltà.

Formazione (4-3-2-1)

                  Guarna

Gazzola  Faisca Micolucci Marino

      Moretti   Pederzoli    Giorgi

Lupoli         Feczesin       Cristiano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy