Empoli-Torino 1-1 Toro sesto, per ora

Empoli-Torino 1-1 Toro sesto, per ora

nostro inviato a Empoli
Alessandro Brunetti

PRIMO TEMPO. La più bella azione degli ultimi tempi nasce dopo 140 secondi di gioco: De Feudis recupera (l’Empoli lamenta un fallo), poi Antenucci-Iunco-Antenucci-Iunco: il brindisino rischia di sbagliare e invece no, la palla rotola in rete… per il suo gol più importante da quando é al Toro. Poi, Iunco avrà modo di…

nostro inviato a Empoli
Alessandro Brunetti

PRIMO TEMPO. La più bella azione degli ultimi tempi nasce dopo 140 secondi di gioco: De Feudis recupera (l’Empoli lamenta un fallo), poi Antenucci-Iunco-Antenucci-Iunco: il brindisino rischia di sbagliare e invece no, la palla rotola in rete… per il suo gol più importante da quando é al Toro. Poi, Iunco avrà modo di prendersi un cartellino giallo che lo farà molto arrabbiare (specie con il compagno De Feudis) e di farsi male alla schiena lasciando il posto a De Feudis.
Antenucci si muove tantissimo, e porta l’allarme tra la difesa azzurra. Ma l’Empoli inizia a spingere con Fabbrini, in giornata di grazia, che mette in croce il versante destro della retroguardia granata nonostante Gabionetta raddoppi con grande spirito di sacrificio. Rubinho deve fare gli straordinari sullo stesso Fabbrini e soprattutto su una volée di Gorzegno. Escono per infortunio Coralli e il succitato Iunco, la prima frazione si chiude con il punteggio migliore che si potesse aspettare Lerda, ma con tanta paura.

SECONDO TEMPO. Anche nella ripresa il minuto decisivo è il numero tre. Proprio dopo 180’’ di gioco, infatti, l’Empoli trova il gol del pareggio. Su azione di calcio d’angolo è Valdifiori a battere Rubinho con una conclusione da fuori che il portiere brasiliano non riesce a neutralizzare. 1-1 e tutto da rifare per il Toro. L’occasione più nitida per i granata è quella che capita a Zavagno al 10’: colpo di testa a botta sicura, portiere in tuffo praticamente battuto e Musacci che riesce all’ultimo momento a deviare. Resterà la prima delle due (l’altra nel finale) vere conclusioni verso la porta difesa da Pelagotti, (troppo debole e senza pretese il tiro debole di Bianchi qualche minuto dopo). Dopo il pareggio la squadra di Aglietti cresce e tenta più di una volta di sorprendere la retroguardia granata. Ma anche quando gli azzurri calano il Toro non dà mai l’impressione di voler portare a casa questa partita. Lerda mette Budel per De Vezze e, quando ormai forse è troppo tardi, inserisce Pagano per Gabionetta (sufficiente il brasiliano, specie in fase di chiusura). Nel recupero la seconda occasione della gara: Sgrigna impegna Pelagotti, ma il portiere riesce ad evitare il ko. Niente da fare, il Toro torna a casa con un punto. Granata, al momento, ancora ai play-off. Ma difficile, al momento, vedere il bicchiere mezzo pieno. L’Empoli, invece, è fuori dai giochi play-off.

(foto M.Dreosti)

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy