Europa League / Torino-Zenit, Ventura: “Meritavamo il passaggio del turno. I tifosi sono stati magnifici”

Europa League / Torino-Zenit, Ventura: “Meritavamo il passaggio del turno. I tifosi sono stati magnifici”

Post partita / Il tecnico granata commenta la sfida giocata contro i russi, valida per l’accesso ai quarti di finale

Commenta per primo!

Al termine del match tra Zenit  e Torino ha parlato il tecnico Giampiero Ventura che ha commentato, con un po’ di rammarico per la sfida dell’andata, il mancato passaggio del turno dei suoi ragazzi:

“Credo che il Torino abbia fatto la partita e  avrebbe meritato di fare i supplementari visto che lo Zenit ha fatto zero tiri in porta, e poi c’è stato il loro salvataggio sulla linea e un gol annullato che forse non era da annullare, da come mi hanno raccontato. Abbiamo fatto una grande partita, meritando la vittoria e penso che se avessimo pareggiato il 2-0 dell’andata non avremmo rubato niente. Senza l’espulsione dell’andata il passaggio era alla nostra portata e lo dimostra la partita di questa sera. Sono dispiaciuto per i giocatori e per il pubblico perché avrebbero meritato di più, la partita ha detto che é stata giocata con maturità contro una squadra forte a cui  come ho detto non abbiamo concesso nemmeno un tiro.  Oggi avevamo due obiettivi, uno era di passare il turno e il secondo era quello di esportare l’ immagine di una squadra capace di affrontare ogni squadra facendo bella figura in Europa. Abbiamo centrato la seconda e non é poco .. Ripeto, mi dispiace per i ragazzi e i per i tifosi che sono stati magnifici. Lo Zenit ha tanti giocatori importanti, ritengo che sia una squadra di assoluta qualità gli faccio i migliori auguri per il prosieguo del torneo. Penso che i giocatori devono sentirsi orgogliosi della partita che hanno fatto. L immagine che mi é venuta in mente dopo la cavalcata europea é la presenza dei tifosi a Sappada il primo anno sotto la pioggia, da dove siamo partiti, per cui é un orgoglio il cammino che abbiamo fatto fin qui in Europa League. Avevamo pochi centrocampisti e ho dovuto inserire Bovo al posto di Farnerud perché non avevo altri centrocampisti e non potevo rischiare. Abbiamo sbagliato la gestione della lista UEFA ma ormai è andata così. Avremmo meritato qualcosa di più ed abbiamo giocato due grandissime partite, complimenti ai ragazzi”.

Un ultimo pensiero Ventura lo riserva al campionato: ”Abbiamo speso molte energie, dopo il Napoli siamo la squadra che ha giocato di più in Europa League, ma dobbiamo stringere i denti per giocare contro il Parma. É evidente che c’è un po’ di stanchezza e quindi bisognerà fare sacrifici ma soprattutto dobbiamo cercare sempre di giocare con maturità e cercare di fare il massimo in campionato“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy