Europa League / Ventura presenta Athletic Bilbao-Torino: ”Momento storico per tutti noi”

Europa League / Ventura presenta Athletic Bilbao-Torino: ”Momento storico per tutti noi”

Europa League / Il tecnico granata: ”In questa squadra conta solo il ”noi” e nessuno mette il singolo davanti al gruppo”

Il tecnico Ventura ha presentato la sfida di Europa League che i granata giocheranno contro l’Athletic Club. L’allenatore del Torino appare sereno e convinto al pari del gruppo da lui guidato: ”Siamo arrivati ad un momento storico per tutto il club. Siamo tornati in Europa dopo tanti anni ed è un traguardo che il gruppo si è meritato. Venire a giocare qui al San Mames non può che essere di grande stimolo per i giocatori che fino a questo momento hanno lavorato tanto, senza risparmiarsi. Ovviamente il 2-2 a Torino ci penalizza leggermente, pertanto non sarà affatto semplice, ma la sfida è ancora tutta da giocare e siamo pronti a farlo. La partita dell’andata ci ha insegnato che in gare e competizione di questo livello, se sbagli vieni subito punito. E rischi di pagare a caro prezzo ogni ingenuità. È chiaro che loro sono forti e ben attrezzati, in più giocheranno in casa. Ma se facciamo quello che siamo in grado di fare, allora ce la giocheremo fino alla fine. L’allenamento di questa mattina? Abbiamo preferito allenarci ancora a casa nostra perché le previsioni davano pioggia”. 

Si passa quindi a parlar dei singoli valori: ”Qui non è più una questione di qualità dei giocatori, ma delle conoscenze acquisite. Nel momento in cui sei padrone del mezzo, allora sai cosa fare e lo fai con naturalezza. Negli ultimi mesi questo gruppo si è allenato tanto, ha lavorato bene, con abnegazione. Senza risparmiarsi. È motivo d’orgoglio vedere che i ragazzi si aiutano l’uno con l’altro. Glik, ad esempio, non ha avuto problemi quando gli ho detto che a Firenze avrebbe giocato Jansson, proprio perché sapeva che il compagno se lo meritava, e questo è qualcosa di raro nel calcio. Nel Toro ormai non esiste più nessuno che mette se stesso davanti al gruppo. Qui conta la squadra, qui si parla al plurale. L’Athletic? Ovviamente è un avversario temibile, lo rispetto, ma non dobbiamo aver alcun timore riverenziale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy