Falque, Zaza e Belotti insieme? Mazzarri lavora alla difesa a quattro

Falque, Zaza e Belotti insieme? Mazzarri lavora alla difesa a quattro

Approfondimento / Contro il Chievo si è già visto un Toro con il 4-4-2: il tecnico ci lavora per far coesistere tutti i pezzi pregiati del reparto avanzato

di Alberto Giulini, @albigiulini

Iago Falque, Zaza e Belotti in campo insieme: soltanto una suggestione? Niente affatto, anzi: Mazzarri ci sta lavorando, per trovare la soluzione che permetta ai granata la coesistenze dei pezzi da novanta del reparto offensivo. Al momento, la strada più facilmente percorribile è quella di un cambio di modulo, con la difesa che cambierebbe assetto per schierarsi a quattro.

A VERONA – Un primo assaggio di questa soluzione tattica si è avuto nel finale della gara contro il Chievo, con Mazzarri che mandò in campo Iago Falque per l’assalto finale alla vittoria. Nell’occasione il Toro si schierò con un classico 4-4-2 e lo spagnolo andò a fare l’esterno sulla corsia di destra, con Berenguer sul versante opposto. Una soluzione che ha pagato, con i granata che hanno convinto da un punto di vista del gioco ed hanno trovato la via del gol per sbloccare – e vincere – l’incontro. Contro i clivensi, fu Ola Aina ad abbassarsi sulla linea dei difensori, con Izzo che invece si allargò per andare a ricoprire il ruolo di terzino destro.

COL FROSINONE – Mazzarri stava per ricorrere al 4-4-2 anche contro il Frosinone, con Iago Falque che era già pronto a fare il proprio ingresso in campo per ritrovare il vantaggio. Proprio in quegli istanti, però, Berengur mise a segno la rete della vittoria, portando il tecnico a decidere di non rischiare un Falque appena recuperato dall’infortunio alla coscia (Qui i dettagli). In quell’occasione, Mazzarri era comunque pronto a disegnare un Toro a trazione anteriore, con lo spagnolo e Parigini a supporto della coppia Zaza-Belotti. Con Aina che aveva già lasciato il campo, ad abbassarsi sulla linea dei difensori sarebbe stato con ogni probabilità Berenguer, in un ruolo di terzino già ricoperto in Spagna con l’Osasuna.

Torino e Falque, un rinnovo importante: lo spagnolo può diventare una bandiera

IN FUTURO – Insomma, al momento la principale soluzione per vedere in campo insieme Iago Falque, Zaza e Belotti sembrerebbe essere un Toro con il 4-4-2. Nonostante la squadra impostata per giocare con una retroguardia a tre elementi, Mazzarri sta lavorando anche a questa variante tattica, che gli permetterebbe di non rinunciare ad uno dei pezzi pregiati dell’attacco granata. Al momento è ancora difficile che questo modulo possa essere utilizzato già dal primo minuto: decisamente più facile un cambio in corsa come avvenuto a Verona e come stava per accadere contro il Frosinone. In ogni caso si continua a lavorare anche per questa variante, con un Toro pronto ad essere sempre più camaleontico.

 

 

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Riba - 2 settimane fa

    gli altri allenatori cambiano 3/4 moduli a partita in corso, questo genio di WM impiega 6 mesi per provarne un altro…per lui cambiare modulo è come imparare l’inglese: difficoltà assoluta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 2 settimane fa

    Sarò ripetitivo ma a me la cosa che fa più rabbia è che per cercare di far coesistere loro tre le sta provando tutte mentre per Ljajic la risposta è stata “mi sei utile dalla panchina”
    Sta cosa non gliela potrò mai perdonare né a wm né a Cairo che ha permesso una simile cosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. thranduil1981 - 2 settimane fa

      Hai ragionissima…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13911127 - 2 settimane fa

    Soriano può fare benissimo l’interno di centrocampo o l’esterno sinistro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pesce - 2 settimane fa

    La difesa a 4 può essere sempre una buona alternativa, anche perché giocando sempre allo stesso modo gli avversari prima o poi ti studiano e ti “prendono le misure”.
    Quel che è certo è che con la difesa a 4 De Silvestri va in panca (si veda l’esper Con miha), ma si guadagna Berenguer che dovrebbe avere un terzino dietro a coprirgli le spalle. Inoltre non si saprebbe dove collocare Soriano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. michelebrillada@gmail.com - 2 settimane fa

    ricominciamo con gli allenamenti a porte chiuse ma chi guarda gli schemi del torello? mazzarri smettila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 2 settimane fa

    col 4 3 3 uno tra gallo e zaza non giocherebbe…. 4 4 2 unico modulo x vederli insieme con jago falque che rimesso sulla fascia qualche cross decente dovremmo vederlo…e finalmente sfrutteremmo le doti acrobatiche e di testa delle due punte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 2 settimane fa

      Beh credo che sia più o meno lo stesso ragionamento che si è fatto WM, ma io propendo più pe ril 4-3-1-2 con Iago a svariare dietro a quei 2 là davanti e un centrocampo più folto.
      è vero che Iago non è un trequartista puro, ma lo spunto e la visione di gioco ce l’ha quindi perchè no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 settimane fa

        Bisogna vedere come si sente lui a giocare trequartista, ruolo che nn ha mai ricoperto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Lemmy - 2 settimane fa

    Tempo fa ho sostenuto che la difesa a 3, pur essendo un marchio di fabbrica di Mazzarri, poteva essere rivista verso una difesa a 4 che potesse far coesistere Zaza, Belotti e Iago.
    Questa cosa per due motivi, il primo è che, sopratutto con avversarie di medio/basso calibro, spesso prive di attaccanti pericolosi (sopratutto in casa), con la difesa a 3 bloccata non si riesce a creare superiorità numerica in fase di impostazione (tipici i lanci di Sirigu verso i due esterni bassi, quasi sempre Ola Aina e De Silvestri, che, “schizzano” il pallone di testa verso il centro, scusate, ma….inguardabili).
    Il secondo (e qui Frosinone docet), gli inserimenti dei centrocampisti avversari!!!!! Se tu difendi a 3 con un avversario che ha solo un attaccante (matematica di 3a elementare), il trequartista avversario si inserisce e nessuno dei 3 difensori lo marca….con la difesa a 4 invece, se l’avversario ha 1 attaccante viene chiuso dai 2 centrali e gli esterni controllati dai due difensori esterni nostri, gli inserimenti saranno controllati dal centrocampista basso.

    Scusate la lunga digressione, non sono dogmaticamente contrario alla difesa a 3 ma certe cose sentivo di doverle dire.

    Ovviamente a centrocampo e attacco i migliori e chi è più in forma….sempre forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    Come ho già espresso in altri commenti ritengo che far coesistere Iago,Belotti e Zaza sia da considerarsi la “regola”.Auspico che WM da allenatore “di lungo corso” qual è abbia il pragmatismo e la duttilità, per l’interesse generale, di modificare il proprio “credo tattico”.Vedremo già da Bologna sempreché Zaza sia già disponibile.FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. luna - 2 settimane fa

    Io Iago non lo vedo dietro le punte, il suo ruolo è a destra con libertà di accentrarsi.
    In questo modo si potrebbe auspicare ai cross tanto attesi, allo stesso modo vedrei Berenguer. A centrocampo il ruolo di rifinitore deve essere coperto da Baselli-Soriano-Lukic, con Meité al fianco Rincon davanti alla difesa a tre, schierata con N’koulou, Izzo e Moretti(Bremer) Sirigu tra i pali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. claudio sala 68 - 2 settimane fa

    Corretto secondo me cercare alternative. Come ho già detto Mazzarri deve trovare la maniera di fare giocare i tre assieme, per una squadra come il Toro è indispensabile che giochino sempre i giocatori di qualità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

    442 lo vedo 4312,con N’Koulou e Izzo centrali. Ola Aina e De Silvestri (Ansaldi) terzini, Rincon, Meité e Baselli (Lukic) in mezzo, Iago trequartista per fare e andare duove vuole dietro il Gallo e Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

      Dietro “al” Gallo e Zaza. Pardon.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy