Faticando a segnare si rischiano i playoff

Faticando a segnare si rischiano i playoff

di Edoardo Blandino 

 

Prendiamo Real Madrid-Barcellona, sfida valida per le semifinali di Champions League. I blaugrana hanno tenuto palla dal primo all’ultimo minuto, mentre blancos si sono limitati a difendere con un catenaccio che non si vedeva da decine di anni. Alla fine, dopo diverse vicissitudini e tante contestazioni, il Real è rimasto in 10 ed il Barcellona è così riuscito…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino 

 

Prendiamo Real Madrid-Barcellona, sfida valida per le semifinali di Champions League. I blaugrana hanno tenuto palla dal primo all’ultimo minuto, mentre blancos si sono limitati a difendere con un catenaccio che non si vedeva da decine di anni. Alla fine, dopo diverse vicissitudini e tante contestazioni, il Real è rimasto in 10 ed il Barcellona è così riuscito a segnare due gol. La squadra di Guardiola è dunque riuscita a capitalizzare il possesso palla (circa 71% a 29%) e si è quasi ipotecata la finale. Ma fino all’espulsione di Pepe tutto era ancora in bilico.

Ecco, il Torino, quasi in ogni gara, ripercorre le stesse orme dei catalani. Certo, le due squadre non sono paragonabili, ma l’accostamento delle due partite può rendere l’idea. Il Torino tiene palla e spesso preme, costringendo gli avversari sulla difensiva. Tuttavia si tratta di un gioco lento, senza idee che non porta occasioni pericolose. Sulla trequarti offensiva ecco che iniziano i problemi e la  visibile mancanza di lucidità. Il calcio, purtroppo, non è uno sport dove si vince tenendo il pallone. Si vince segnando i gol e di questi tempi, i granata, fanno veramente fatica a segnare. Meno male che c’è Bianchi che almeno una rete a partita riesce a farla – altrimenti sarebbero guai – ma da solo può fare ben poco. Anche perchè lui è bravo a buttare la palla dentro, però se la sfera non gli arriva mai vicina diventa problematico timbrare il cartellino.

Ieri si è “limitato” a segnare il rigore del momentaneo pareggio, poi quasi più nulla. E non per colpa sua. Il vero problema è di una squadra incapace di andare oltre al pareggio contro un avversario che aveva conquistato 1 solo punto nelle ultime sei gare e che è rimasto in 10 per una buona mezzora nel secondo tempo. Il ritorno del Lerda-bis aveva illuso i tifosi di poter conquistare i playoff. Ma quella speranza sembra già essere svanita.

 

(Foto: M. Dreosti)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy