Finalmente in attacco

Finalmente in attacco

 

di Edoardo Blandino

Quando era arrivato l’anno scorso dal Vicenza, tutti gli addetti ai lavori avrebbero scommesso ad occhi chiusi su Alessandro Sgrigna. Il calciatore romano cresciuto nell’Inter dopo una lunga trafila ed una gavetta interminabile arrivava finalmente in una squadra in grado di lottare per obiettivi importanti. Alla soglia dei 30 anni aveva avuto anche alcune offerte dalla Serie…

Commenta per primo!

 

di Edoardo Blandino

Quando era arrivato l’anno scorso dal Vicenza, tutti gli addetti ai lavori avrebbero scommesso ad occhi chiusi su Alessandro Sgrigna. Il calciatore romano cresciuto nell’Inter dopo una lunga trafila ed una gavetta interminabile arrivava finalmente in una squadra in grado di lottare per obiettivi importanti. Alla soglia dei 30 anni aveva avuto anche alcune offerte dalla Serie A, ma nonostante il sogno di qualsiasi calciatore sia giocare nella massima serie, l’attaccante granata aveva preferito cercare di conquistarsi quella categoria sul campo.

Tecnicamente dotato, Sgrigna ha sempre sfiorato la A ma non ci è mai arrivato. Da tutti viene considerato un lusso per la B, eppure nessuna squadra importante ha mai puntato forte su di lui. A Vicenza aveva fatto vedere giocate davvero notevoli ed il Torino aveva finalmente deciso di metterlo al centro del proprio progetto. L’inserimento nella nuova realtà è stato rapido, ma qualche problema è arrivato in seguito. Lerda lo ha sempre visto più come centrocampista esterno che come attaccante e questo ne ha limitato di molto le qualità. D’altronde non è un segreto che Sgrigna preferisca giocare davanti e non è neppure un caso che le prestazioni migliori della scorsa stagione siano arrivate proprio quando fu schierato in attacco a causa dell’assenza di Bianchi.

Ventura sembra averlo capito e fin dall’inizio di questo precampionato lo ha sempre provato e schierato in attacco.  In caso di emergenza potrebbe anche giocare come centrocampista esterno visto il lavoro estremamente offensivo delle ali quest’anno, ma è senza dubbio meglio evitare di snaturare troppo le caratteristiche di ciascun giocatore. A Sgrigna non resta dunque che riscattarsi dopo un’annata di alti e bassi e dimostrare a tutti quale è il proprio valore.

 

Alessandro SGRIGNA

Numero: 10
Nato a
: Roma, 24 aprile 1980
Altezza: 179 cm
Peso: 71 kg
Ruolo: Attaccate
Ultima stagione: Torino, 36 presenze e 6 gol
Formula contrattuale: Proprietà Torino Fc
Scadenza contratto: 2013
Valore cartellino: € 900 mila

 

Nasce il Torino 2011/2012
Nando Coppola
Matteo Darmian
Danilo D’ambrosio
Kamil Glik
Valerio Di Cesare
Francesco Pratali
Angelo Ogbonna
Luciano Zavagno
Migjen Basha
Manuel Iori
Giuseppe Vives 
Sergiu Suciu
Biagio Pagano
Stefano Guberti
Nnamdi Oduamadi
Alen Stevanovic
Alessandro Parisi
Simone Verdi

(Foto M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy