La Fiorentina in trasferta ha numeri da retrocessione: Toro, puoi approfittarne

La Fiorentina in trasferta ha numeri da retrocessione: Toro, puoi approfittarne

Approfondimento / La Viola, attesa sabato a Torino, fuori dalle mura amiche ha raccolto appena un punto

di Roberto Bianco

Un solo punto fuori casa in questo primo quarto di campionato, come il Bologna, meglio solo di Frosinone e Chievo. Ecco il ben poco invidiabile ruolino di marcia della Fiorentina, attesa sabato sera allo stadio Olimpico Grande Torino per lo scontro con la truppa di Mister Mazzarri, sfida tra due plausibili concorrenti a un posto in Europa. Tutt’altra musica al Franchi: seppure contro avversari di seconda e terza fascia, quattro vittorie – dilagante contro il Chievo, netto 3 a 0 con la SPAL, affermazione convincente con l’Atalanta e vittoria di misura sull’Udinese -, e un solo pareggio, l’ultimo match giocato contro il Cagliari. A dispetto di quanto fatto vedere a Firenze, la formazione allenata da Pioli non è riuscita ad imporsi negli scontri esterni.

fiorentina

PRESTAZIONI OK – Buone le prestazioni dei fiorentini contro formazioni ben attrezzate, non i risultati lontano dalla Toscana. Al San Paolo Chiesa e compagni reggono bene per 80 minuti, salvo capitolare su una bella giocata del duo Milik-Insigne. Stesso discorso con la Lazio, che all’Olimpico piega la Viola senza strafare con un gol di Immobile, e con l’Inter, dove Chiesa e compagni giocano alla pari con i nerazzurri ma escono sconfitti da San Siro per 2 a 1. Solo nel recupero con la Sampdoria, altra diretta interessata alla zona buona per giocare le Coppe, la Fiorentina raccoglie un punto, l’unico fin qui fuori casa. Dopo essere andata in vantaggio con Simeone, si vede riacciuffata dai blucerchiati grazie al gol di Caprari.

Torino, contro la Fiorentina la prova della verità: dimostra chi sei

SQUADRA GIOVANE – La buona classifica – 14 punti e sesta posizione – è quindi frutto di quanto fatto vedere al Franchi. Stadio che, come sottolineato da Pioli, si dimostra fondamentale con il suo tifo, capace di sostenere la squadra e dare certezze alla formazione più giovane della Serie A, età media 24 anni, ancora più bassa (23,3) se si tiene conto dei soli 21 giocatori finora impiegati in campo. Linea verde che paga pegno contro squadre più mature, soprattutto quando affrontate in ambienti “ostili” come San Siro o il San Paolo. Sabato sera il Torino e i suoi tifosi hanno il dovere di approfittarne.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ale_gran79 - 4 settimane fa

    Questo articolo fa il pari con certi altri del recente passato, tra cui:
    1) quello in cui si diceva che il Toro se la poteva giocare ad armi pari col Napoli;
    2) quello che sbeffeggiava l’attacco del Frosinone che “tanto non segna mai”
    3) quello in cui si vantava l’inviolabilità della porta granata in trasferta.
    Certo che come portate tigna voi….Brrrrr.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 4 settimane fa

    Scusate, ma non capisco..
    2 articoli, uno appresso all’altro:
    – in uno la Fiorentina in trasferta ha risultati “da retrocessione”. Toro puoi sfruttare la situazione!
    – nell’altro l’attacco della Fiorentina “vola”! Toro stai attento!
    Che dire?! Sono io che non capisco..
    Inoltre: nella Fiorentina hanno segnato in molti, non solo gli attaccanti.
    Già: e perché, nel Toro? Se non sbaglio ne conto almeno 6 o 7, di marcatori diversi..
    Mah! Articoli che mi lasciano sconcertata..
    Sono proprio io che sono dura a comprendere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lagavulin - 4 settimane fa

      Un articolo per gli ottimisti e uno per la gente che ha visto da sobrio tutte le partite del TorinoFC di questa stagione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. lagavulin - 4 settimane fa

    “La Fiorentina in trasferta ha numeri da retrocessione: Toro, puoi approfittarne… per resuscitare un altro morto”

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy