Ventura: la panchina granata numero 200, contro la sorpresa Paulo Sousa

Ventura: la panchina granata numero 200, contro la sorpresa Paulo Sousa

Testa a testa / Lunch match: sarà fondamentale la chiave di lettura tattica, i viola macinano gioco ma il Torino è rodato e solido

1 Commento

Il lunch match di questa 21° giornata di Serie A mette di fronte Fiorentina e Torino, formazioni e società che ad inizio campionato erano partite con obiettivi stagionali molto diversi tra loro: i viola affidati in estate al portoghese Paulo Sousa nel corso del girone d’andata hanno occupato a larghi tratti la vetta della classifica andando a costituire una delle vere sorprese del campionato anche per il tipo di gioco proposto ed ora si trovano in quarta posizione, distanti solamente sei punti dalla prima piazza; per quanto riguarda i granata di Ventura invece, dopo un avvio di stagione sorprendente che aveva portato Glik e compagni ad occupare posizioni nobilissime, il girone d’andata è stato caratterizzato da alti e bassi che ne hanno compromesso la continuità ed ora il Torino naviga in undicesima posizione, in ripresa.

Torino FC v ACF Fiorentina  - Serie A
Paulo Sousa nel match d’andata, all’Olimpico di Torino

Il match si prospetta quindi interessante ed aperto ad ogni risultato condito da tantissimi potenziali testa a testa tra giocatori: il duello principale che questa partita offrirà sarà però proprio quello tra i due tecnici e la rispettiva maniera di preparare la sfida. Si tratterà della seconda occasione nella quale Ventura e Paulo Sousa si affronteranno: il tecnico gigliato è infatti alla prima esperienza nel campionato italiano e dunque l’unico precedente tra i due risale al match d’andata, alla seconda di campionato, quando il Torino era stato in grado di ribaltare l’iniziale vantaggio della Fiorentina e dominare il secondo tempo trovando la via della rete per ben tre volte. In quell’occasione il confronto tra allenatori sul piano tecnico fu quindi palesemente vinto da Giampiero Ventura: il portoghese ad un girone di distanza si prepara però ad ospitare l’avversario tra le mura amiche a da ben altra posizione di classifica, con anche l’esperienza sul campionato italiano maturata in questi mesi dalla propria.

Torino FC v Juventus FC - Serie A
Il credo tattico di Ventura ha portato i granata a togliersi soddisfazioni importanti

Da una parta un tecnico alla prima esperienza in Serie A che ha portato una forte scossa all’ambiente fiorentino, che fino ad una decina di giorni fa sognava, a ragione, addirittura il tricolore: gioco efficace e piacevole alla vista quello dei viola, spietati sotto porta e capaci di cambiare modulo a partita in corso nonostante il modello tattico di riferimento sia quasi sempre il 3-4-1-2. Dall’altra un veterano del nostro campionato come Ventura, protagonista di un progetto ormai quinquennale portato avanti con pazienza e crescita progressiva: il tecnico genovese taglia nel match del Franchi un altro traguardo importante, raggiungendo le 200 partite sulla panchina del Torino in carriera. Modulo (3-5-2) e movimenti ormai mandati a memoria dagli interpreti ed entusiasmo ritrovato dopo il ritorno di Ciro Immobile, che offre così a Ventura maggiori soluzioni dal punto di vista tecnico. Fiorentina-Torino rappresenta un match parecchio importante per entrambe le formazioni, saranno fondamentali la chiave di lettura della partita e le motivazioni che i due tecnici sapranno infondere nei propri giocatori: il testa a testa a distanza tra Paulo Sousa e Giampiero Ventura è servito.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ziocane66 - 2 anni fa

    Ciao MISTER ,in queste prime 200 partite hai fatto talvolta miracoli ! Nelle prox 200 che ne dici di far provare ai tuoi masnà di correre un pò senza palla? Dai su che ce la faremo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy