Frosinone-Torino 1-0, soliti errori dei granata

Frosinone-Torino 1-0, soliti errori dei granata

SECONDO TEMPO. Chi si aspettava un Torino più deciso, o quantomeno in linea con quello visto nel primo tempo, sarà rimasto sicuramente deluso, dal momento che la sqaudra di mister Papadopulo si è ripresentata sul terreno di gioco dando l’impressione di essere rimasta ancora negli spogliatoi, cedendo con troppa facilità il fianco agli avversari, apparsi invece molto più in palla. Il vantaggio del…

SECONDO TEMPO. Chi si aspettava un Torino più deciso, o quantomeno in linea con quello visto nel primo tempo, sarà rimasto sicuramente deluso, dal momento che la sqaudra di mister Papadopulo si è ripresentata sul terreno di gioco dando l’impressione di essere rimasta ancora negli spogliatoi, cedendo con troppa facilità il fianco agli avversari, apparsi invece molto più in palla. Il vantaggio del Frosinone ad opera di Biasi non è che la naturale conseguenza di questo atteggiamento inspiegabilmente rinunciatario. La squadra sembra continuare a confermare la sua incapacità a reagire dopo aver subito uno schiaffo, creando qualcosina solamente su palla inattiva e grazie alle intuizioni di Lazarevic.
Ma nel complesso il Torino sembra essere assolutamente incapace non solo di imbastire una efficace manovra offensiva, ma anche solo di dare l’impressione di poterlo fare. Con il passare dei minuti però la squadra di Papadopulo cerca di rimettersi in piedi, con il Frosinone che passivamente lascia sfogare gli avversari che non riescono a rendersi pericolosi in modo convincente. La manovra appare confusionaria e improvvisata, con il solo Lazarevic che sembra avere le qualità necessarie per far saltare il banco, e a regnare sovrana è la costante imprecisione a centrocampo (autentico buco nero nel quale i palloni spariscono come per magia) e nelle conclusioni. Il Toro ha sicuramente pagato l’avvio quantomeno
svagato di secondo tempo in cui la difesa è andata palesemente in difficoltà perchè non supportata adeguatamente dai centrocampisti, al contrario di quanto aveva programmato il mister toscano alla viglilia del match. E intanto le sconfitte consecutive adesso sono quattro.

PRIMO TEMPO. Frosinone e Torino stanno attraversando entrambe un periodo molto difficile della loro stagione, con i ciociari penultimi in crisi di risultati e di gioco e i granata messi non molto meglio, e nelle prime battute si vede chiaramente quanto questo periodo stia influendo nel rendimento delle due compagini, che appaiono piuttosto contratte. I laziali in campo con il consueto modulo 4-3-3, mentre la squadra granata si schiera in campo con la difesa a tre per la prima volta sotto la gestione Papadopulo in un 3-5-2.  La gara vive di diverse fiammate (conclusione di pochissimo a lato di Antenucci e bel contro piede sprecato dai padroni di casa) che fanno da corollario a una gara piuttosto vivace nella quale non si registrano però situazioni degne di nota. Dopo i primi quindici minuti, infatti, abbastanza vivaci in cui le due compagini sono andate vicino al gol, il ritmo si è notevolmente abbassato e certamente non ne ha beneficiato lo spettacolo, ad eccezione della buona occasione da rete avuta da De Feudis e di un confuso batti e ribatti in area granata sul finire di tempo. Entrambe le squadre si spendono in possessi palla molto lunghi e anche poco produttivi ricorrendo, come spesso accade in questi casi, a infruttuosi lanci lunghi.  

 

 

(Foto: torinofc.it) 


0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy