Genoa, difesa ballerina: in trasferta subisce sempre gol

Genoa, difesa ballerina: in trasferta subisce sempre gol

Verso Torino-Genoa / I ragazzi di Gasperini lontano da casa hanno faticato molto in questo avvio di stagione: contro il Toro l’obiettivo è riuscire ad interrompere questa tendenza e mantenere la porta inviolata

Commenta per primo!

Cinque trasferte disputate e ben 7 gol incassati, senza mai riuscire a concludere una partita lontano da Marassi con la porta inviolata. E’ questo il non proprio lusinghiero bilancio della difesa del Genoa in questo difficile avvio di campionato che ha visto la squadra di Giampiero Gasperini faticare molto fuori dalle mura amiche.

Il tecnico dei liguri come noto schiera la sua retroguardia con tre centrali, in modo speculare a quanto fa Ventura nel Torino. La differenza rispetto ai granata è però data dagli esterni di centrocampo, che nel 3-5-2 di Ventura sono chiamati a dare un apporto maggiore in fase di copertura rispetto al 3-4-3 dei rossoblù. I due perni principali del trio difensivo genoano sono stati finora Burdisso e De Maio: l’argentino e il francese sono sempre partiti titolari in questo avvio di campionato, tranne nell’ultima partita contro l’Empoli nella quale entrambi si sono dovuti accomodare in panchina a causa di problemi fisici.

SS Lazio v Genoa CFC - Serie A
De Maio in azione contro la Lazio

Sono invece state 6 le presenze da titolare per Izzo e 4 per Marchese: i due spesso si sono giocati il posto di centrale di destra per completare la linea a fianco di Burdisso e De Maio ma sabato sono scesi in campo insieme proprio per sopperire all’assenza dei ‘titolarissimi’. A loro si è accompagnato il rientrate Munoz, forse l’unica nota lieta della trasferta empolese per i liguri: l’argentino infatti ha potuto disputare la sua prima partita della stagione dopo la lunga assenza dovuta alla lesione muscolare al bicipite femorale sinistro e dovrebbe scendere in campo anche contro il Toro.

Empoli FC v Genoa CFC - Serie A
Il genoano Munoz cerca di anticipare Maccarone di testa in Empoli-Genoa

Il suo rientro dà un po’ di fiato a Gasperini, che però adesso deve riuscire finalmente a blindare un reparto che, come detto, in trasferta non ha mai reso al meglio. Contro il Toro al centro della difesa dovrebbe rientrare capitan Burdisso, giocatore da tenere d’occhio anche in fase offensiva visto che nella sua lunga carriera ha già dimostrato di saper far male anche nell’area avversaria, soprattutto sugli sviluppi dei calci piazzati. Bisognerà attendere invece per vedere se potrà rientrare già domani anche De Maio; non dovesse farcela a quel punto sul centrosinistra potrebbe agire Izzo. La cosa fondamentale per Gasperini è però riuscire a trovare la solidità che finora è mancata al reparto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy