Genoa-Torino: Gasperini e Ventura, due maestri a confronto

Genoa-Torino: Gasperini e Ventura, due maestri a confronto

Verso Genoa-Torino / Due allenatori che stanno portando le proprie squadre più in là delle attese; alle loro spalle due società molto diverse

Commenta per primo!

Sono passati cinque mesi e mezzo dalla sfida di andata tra Torino e Genoa, una partita che vide la squadra di Ventura imporsi e tornare così alla vittoria a distanza di due mesi dall’ultimo successo. Un risultato fondamentale per la stagione del Toro, che ha dato il là a quello che sarebbe poi stato uno straordinario girone di ritorno e alla rimonta verso le posizioni europee, rimonta poi arrestatasi bruscamente mercoledì scorso.

SCELTE SOCIETARIE DIVERSE – In quella sfida il tecnico granata riuscì ad avere la meglio rispetto a Gasperini; la speranza è che possa accadere lo stesso anche questa sera.  Entrambi gli allenatori stanno realizzando due piccoli miracoli, trascinando nel pieno della lotta per l’Europa due formazioni non così accreditate alla vigilia. Sono stati molto diversi però gli approcci societari: Ventura ha potuto lavorare per tutta la stagione con lo stesso gruppo di giocatori, con l’innesto rilevante del solo Maxi Lopez e di Gonzalez, che però per varie ragioni è sceso poco in campo. Dall’altra parte invece la squadra di Gasperini è stata rivoluzionata a gennaio con le partenze di Pinilla, Antonelli, Matri e Fetfatzidis e gli arrivi tra gli altri di Niang e Pavoletti (per citare solo alcuni dei movimenti attuati dal presidente Preziosi).

MODULO ANCORA A SPECCHIO? – All’andata le due squadre si schierarono con un modulo speculare e non è impossibile che questo succeda anche questa sera: in questo caso sarebbe il tecnico rossoblù ad ‘adeguarsi’ al modulo di Ventura, visto che il Genoa ha quasi sempre giocato con il 3-4-3. E’ anche pensabile che i padroni di casa non vogliano correre troppi rischi conoscendo l’abilità del Torino in fase di ripartenza e vogliano quindi evitare un atteggiamento troppo spregiudicato che, visto il positivo rendimento del Toro nelle ultime uscite in trasferta, potrebbe rivelarsi controproducente: la conferma (o smentita) a queste ipotesi la potremo comunque avere solo al momento dell’annuncio delle formazioni ufficiali.

LA DIFESA E’ LA CHIAVE – Ventura è consapevole che per i suoi l’unico risultato che lascerebbe una porta aperta alle speranze europee è la vittoria. Il tecnico granata sta raccogliendo in queste ultime due stagioni i frutti di un lavoro partito da lontano e sicuramente la compattezza della squadra e del gruppo può essere un punto a favore del Toro. La chiave di volta della sfida per i granata sarà limitare la forte coppa Iago Falque-Niang con un grande prestazione difensiva. Se Glik, Moretti e Maksimovic riusciranno a disputare una partita di grande livello le speranze di successo per Ventura e i suoi aumenteranno in maniera esponenziale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy