Genoa-Torino, il ricordo dell’andata: la beffa all’ultimo secondo firmata Laxalt

Genoa-Torino, il ricordo dell’andata: la beffa all’ultimo secondo firmata Laxalt

Un girone fa / Il 28 ottobre non basta ai granata segnare tre reti in casa per vincere: una chiara avvisaglia di un’annata difficile

Il 28 ottobre 2015 il Torino ospitava il Genoa, reduce dalla sconfitta netta (3-0) in casa della Lazio. I rossoblù di Gasperini anche loro, arrivavano all’Olimpico dopo una sconfitta in trasferta (2-0) contro l’Empoli. Ventura schierava il consueto 3-5-2, con davanti la coppia Belotti-Maxi Lopez al suo battesimo dal primo minuto, mentre Gasperini ricorreveva al 3-4-3, con davanti Pavoletti e Ntcham a ispirare Pavoletti (che sarà assente domenica a Marassi per infortunio).

Zappacosta pagelle
Davide Zappacosta: gran goal in Torino-Genoa

A passare in vantaggio è stato il Genoa: al 26′, un cross di Figueiras deviato ha visto Padelli uscire a vuoto e Laxalt, dimenticato da Zappacosta, insaccare di testa a porta vuota dopo una deviazione aerea di Pavoletti. La reazione granata portò al pari dopo soli due minuti: Maxi Lopez lesse perfettamente l’azione dopo una respinta difensiva per impossessarsi del pallone e insaccare l’1-1, per quello che a tutt’oggi resta l’unico goal su azione in campionato dell’argentino.

Il Torino è passato però in vantaggio al 34′ con uno dei pochissimi goal segnati quest’anno su sviluppi di palla inattiva. A seguito di un corner, infatti, Zappacosta ha controllato col petto e ha scaricato un gran bel destro sul secondo palo per portare i granata sul 2-1. Al 67′, però, Pavoletti approfittò di un’imbucata centrale di Gakpè per scappare via a un Glik irriconoscibile e bucare Padelli.

La diretta di Torino-Genoa – Le pagelle di Torino-GenoaLe parole di Ventura 

La vittoria sembrava comunque poter arrivare, per i granata, quando a un soffio dal novantesimo l’ex Toro Tachtsidis infilò nella sua porta l’autogoal del 3-2. Nell’ultimissima azione del match, però i granata lasciarono libero di crossare Perotti sulla fascia destra; la palla arrivò a Laxalt, che inserendosi da dietro lasciò di stoccafisso Bovo e Peres per infliggere ai granata una beffa pesante.

maxi lopez quagliarella
L’esultanza di Maxi Lopez per il gol del momentaneo 1-1 contro il Genoa

Due punti persi amaramente quindi, per il Torino, che pagava un momento di grande difficoltà del reparto difensivo, che coinvolgeva in primis capitan Glik. Domenica, a Marassi, i granata sanno già che a differenza dell’andata non ci sarà un centranti classico come Pavoletti su cui far riferimento, ma la gara dello scorso 28 ottobre deve insegnare a badare agli inserimenti dei centrocampisti di Gasperini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy