Genoa-Torino: Orsato bene, ma esagera con i cartellini

Genoa-Torino: Orsato bene, ma esagera con i cartellini

Genoa-Torino 5-1, la moviola di TN / Direzione positiva negli episodi più importanti ma potevano essere risparmiate alcune ammonizioni

La sfida di ieri tra Genoa e Torino non ha presentato eccessive difficoltà per l’arbitro Orsato e per i due guardalinee Posado e Giallatini che non hanno commesso errori gravi o comunque tali da condizionare l’andamento del match, come invece era accaduto ad esempio nell’ultima trasferta dei granata, in quel di Palermo.

SEVERO CON LE AMMONIZIONI – Il fischietto di Schio probabilmente però si è fatto prendere un po’ troppo la mano dai cartellini che in alcune occasioni sono sembrati decisamente severi. E’ il caso ad esempio di quello comminato a Maxi Lopez nel primo tempo per fallo su Bertolacci o di quello che ha ricevuto Bruno Peres nel secondo tempo e che gli costerà la squalifica nella prossima partita poiché era diffidato. Abbastanza inspiegabile anche il giallo ad Amauri a tempo ormai quasi scaduto per un presunto gioco pericoloso inesistente: l’italo-brasiliano rischia anche il rosso per le reiterate proteste, ma per fortuna Orsato usa il buon senso ed evita il secondo giallo.

EPISODI CHIAVE OK – Per quanto riguarda gli episodi chiave del match non ci sono errori: sono corrette le punizioni da cui arrivano i gol prima di El Kaddouri per il momentaneo 1-1 e poi di Tino Costa (con deviazione dello stesso centrocampista granata) per il sorpasso dei padroni di casa. Giusti anche i due gol annullati al Genoa: uno nel primo tempo sull’1-0 a Burdisso per fallo in attacco dello stesso argentino che spinge via Quagliarella, e l’altro nella ripresa quando a Kucka viene annullato il 3-1 per fuorigioco. Purtroppo per il Torino il Genoa troverà nel recupero il tempo per rifarsi trovando ben tre reti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy