”Giusto continuare con Colantuono”

”Giusto continuare con Colantuono”

di Blandino e Sacchetto

 

Si è presentato Jurgen Saumel in conferenza. L’austriaco sta vivendo un buon momento, dopo una prima stagione tra alti e bassi e un inizio di anno difficile, anche a causa di un infortunio: « Mi trovo bene qui a Torino. È una grande squadra con grandi tifosi. È una grande cosa per me giocare qui. Si è parlato di un possibile…

Commenta per primo!

di Blandino e Sacchetto

 

Si è presentato Jurgen Saumel in conferenza. L’austriaco sta vivendo un buon momento, dopo una prima stagione tra alti e bassi e un inizio di anno difficile, anche a causa di un infortunio: « Mi trovo bene qui a Torino. È una grande squadra con grandi tifosi. È una grande cosa per me giocare qui. Si è parlato di un possibile trasferimento al Chievo in estate, ma adesso sento la fiducia del mister. L’anno scorso è stato difficile per me perché era il primo in Italia». La squadra sta faticando dopo alcune belle prove di inizio campionato, ma lo spogliatoio, dopo il pareggio di Piacenza, è sempre compatto: « Sappiamo che non abbiamo giocato bene, però abbiamo parlato con il mister, con il presidente e tra di noi. Sono convinto che a Cesena faremo una buona prestazione. Ci manca continuità e anche un po’ di concentrazione. Come contro il Lecce: dopo una buona partita abbiamo preso gol alla fine. Dobbiamo essere attenti per 90 minuti. Anzo, per 95». Il problema, però, non è fisico e di questo Saumel è certo: « Fisicamente stiamo veramente bene, è un problema mentale, anche perché negli allenamenti facciamo bene. Il mister ha detto che manca continuità.  Adesso è giusto rimanere con lui, perché insieme al suo staff lavora molto bene e ha già dimostrato a Bergamo di saper vincere i campionati». Possibile allora che ci sia timore di sbagliare ed essere fischiati? «Non credo. Durante la partita nessuno pensa ai tifosi. Sappiamo che se giochiamo bene i tifosi sono contenti. Dobbiamo vincere insieme a loro. Eravamo favoriti in all’inizio del campionato? Secondo me no. Abbiamo giocatori buoni, ma bisogna dimostrare tutto sul campo». L’ultimo commento riguarda degli eventuali traguardi personali che un giorno spera di raggiungere: «Adesso non penso alla nazionale. Penso solo al Toro e se faccio bene mi convocheranno anche di là. Ma in ogni caso sarebbero solo amichevoli, perché non ci siamo qualificati per il mondiale. Ho voglia di segnare? Certo, ci provo sempre, ma  è importante che vinca il Toro più che segni io».

Per guardare il video della conferenza stampa di Saumel clicca qui

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy