Glik, tu che porti in campo anche il nostro cuore

Glik, tu che porti in campo anche il nostro cuore

Buonanotte granata/ Contro l’Atalanta, una partita un po’nervosa e l’emozione di veder ancora segnare il capitano

Commenta per primo!

In questo sabato di Pasqua, in attesa di mangiate e pranzi interminabili, costinate rovinate dal brutto tempo e sorprese da scoprire, mi preparo per dormire, felice e soddisfatta dei tre punti portati a casa.

Una gara difficile, in particolare nel secondo tempo, diventata improvvisamente nervosa dopo l’episodio, alla fine della prima frazione di gioco, che poteva assegnare all’Atalanta un calcio di rigore. Da lì, pioggia di cartellini fino al brutto e confuso episodio tra Pinilla e Basha dove, alla reazione del nostro guerriero, è seguita quella del neroazzurro intento a tirare qualche calcio… non al pallone però. Sospiro di sollievo quindi al fischio finale, dopo un bel po’di sofferenza ed emozioni: in campo un importante ex, il cui nome ho urlato così tante volte che ancora oggi è strano vederlo con un’altra maglia. E poi il fremito dei nostri gol. Prima l’ottima punizione di Quagliarella (che ogni tanto riesce pure ad esultare), e poi lui. Lui, il nostro immenso capitano.

Descrivere quello che vuol dire avere un uomo come lui in squadra è impossibile. E’orgoglio, speranza, tenacia e forza. E’ il momento di luce quando ti aspettavi un temporale. E’ un vulcano, è un cuore che vive e respira sul campo, là dove i nostri battiti non possono arrivare. E’ una roccia in difesa che si trasforma in un falco davanti alla porta, di testa, piede, ginocchio… lui c’è. Lui è l’essenza di ciò che di meglio abbiamo, la nostra anima.

I lottatori sono l’arma segreta di questo Toro nella difficoltà e capitan Glik, insieme ad altri elementi come Alessandro Gazzi, danno la spinta giusta per tirarsi fuori dalle situazioni potenzialmente pericolose e per portare a casa questi importantissimi, essenziali tre punti. Nelle ultime fasi di questa lotta per la conquista del sesto posto, se e dove caleranno le forze, ci sarà la volontà a tenerci in piedi e la grinta di questi grandi uomini.

Buonanotte granata…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy