Grande Torino, il rispetto e gli applausi per una pietra miliare come Totti

Grande Torino, il rispetto e gli applausi per una pietra miliare come Totti

Fair Play / I tifosi granata si sono contraddistinti per il trattamento riservato al capitano dei giallorossi: quando la storia incontra una leggenda

Il Torino, nel pomeriggio di domenica, ha battuto la Roma con un punteggio di tre reti ad una, guadagnando tre punti importanti in classifica che l’hanno riportato più in alto nella graduatoria: nel match allo stadio Olimpico Grande Torino si sono viste molte belle cose, come il gol di Andrea Belotti al suo ritorno da titolare in campionato, al rigore calciato in modo quasi perfetto di Iago Falque, all’impegno di tutto il centrocampo e della difesa. Ma non solo, perché si sono vite anche la grinta e la passione di Boyè, che sta crescendo partita dopo partita ed una grande voglia di arrivare agli obiettivi da parte di tutti. Questo è stato il palcoscenico in cui hanno giocato i calciatori granata, ma c’è stato anche qualcosa di più: una manifestazione di rispetto e di Fair Play che ha fatto il giro di tutta Italia, e che ha reso ancora più Grande questo Torino.

APPLAUSI PER TOTTI – Durante il riscaldamento di Francesco Totti, nei minuti finali del primo tempo, quando il capitano giallorosso è passato sotto i tifosi granata è stato applaudito, ma non solo: al momento del suo ingresso in campo, quandolo speaker ha letto  il suo nome, tutta la tifoseria del Torino ha cominciato ad applaudire come se fosse un giocatore granata ad esser appena entrato. Un’accoglienza che difficilmente sarà ripetibile, e che per questo è stata assolutamente unica per un giocatore che ha fatto la storia del calcio italiano e che, proprio contro il Toro, ha segnato il suo 250esimo gol in Serie A.

 

RISPETTO PER UN CAMPIONE – Il rispetto nei confronti di una leggenda del calcio nostrano ha prevalso sulla rivalità momentanea, portando la tifoseria del Torino ad unirsi e fondersi, per un momento, con quella giallorossa, scambiandosi applausi a vicenda per il gesto nei confronti di del capitano della Roma. Questo episodio non è passato in sordina, anzi, è stato più volte elogiato: la storia del Grande Torino ha incontrato il mito Francesco Totti, e gli applausi hanno accompagnato il momento.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nick - 2 mesi fa

    Totti é un grandissimo giocatore, poteva essere piú grande se fosse andato a Madrid dove avrebbe vinto ciò che la sua classe merita. ha voluto rimanere provinciale e solo quando é stato circondato da giocatori e allenatori di un certo livello ha potuto vincere qualcosa a livello di club. gli va il merito di averci fatto vedere cosa é il calcio. e noi granata lo apprezziamo perché abbiamo valori calcistici profondi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jerry - 2 mesi fa

    Chi ama il Calcio non può esimersi nell’applaudire un giocatore che ne incarna l’essenza. a 40 anni è ancora in grado di vincere le partite da solo. Questo è sinonimo di vero amore per il calcio è per il club che rappresenta. Quando smetterà lascerà un vuoto che difficilmente a Roma riusciranno a colmare. Onore a un vero artista del calcio…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rogerfederer - 2 mesi fa

    Caro Gasmann….SIGNORI GRANATA SI NASCE….mentre Gobbi si diventa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy