Gustafson 5: poche occasioni e poca grinta, ora il saluto al Torino

Gustafson 5: poche occasioni e poca grinta, ora il saluto al Torino

Il Pagellone di TN / Lo svedese fatica ancora ad imporsi a buoni livelli. E la scadenza del contratto incombe

3 commenti

Il 2017 non è stato certamente un anno positivo per Samuel Gustafson. Lo svedese, giunto sotto la Mole come talento da sgrezzare, ha vissuto più ombre che luci nel suo primo anno e mezzo al Torino. In questo campionato poi, le prestazioni sono state addirittura al di sotto delle aspettative: la decisione di rimanere in granata in estate aveva fatto presagire una voglia del classe ’95 di mettersi in mostra e provare a guadagnarsi sul campo la maglia granata. Obiettivo sin qui fallito.

È vero, le chance che gli sono state concesse da Mihajlovic si possono contare sulle dita di una mano; ma ci sarà pur un motivo. Persino quando il centrocampo del Torino è stato flagellato dagli infortuni, il tecnico serbo non ha mai dato nessuna occasione al ragazzo di esprimersi dal 1′. Sono appena 4 le apparizioni in Serie A quest’anno, per un totale di 90′ giocati. Poco, troppo poco per un ragazzo dal grande talento tecnico, ma con ancora troppi limiti fisici e caratteriali. Anche in Coppa Italia Gustafson ha giocato con il contagocce: una sola presenza (29′ disputati), nella stessa competizione in cui lo scorso anno era riuscito ad esprimersi al meglio.

Allenamento, Gustafson

E con il cambio tecnico in panchina le cose non sembrano essere destinate a cambiare. Il futuro di Gustafson, come anticipato nei giorni scorsi su queste colonne (LEGGI QUI), sembra essere sempre più lontano da Torino; almeno per il momento. Il mercato di riparazione potrebbe riservare per lui il più classico dei prestiti formativi. Una soluzione particolare, visto che il contratto dello svedese con i granata scadrà il prossimo 30 giugno 2018. Una sorta di ultima chiamata dunque, con il giocatore che se non riuscirà a dimostrare il suo vero valore, verrà lasciato andare a scadenza. Sulle sue tracce al momento c’è il Brescia: la squadra di Pasquale Marino potrebbe essere la giusta piazza in cui trovare continuità e dimostrare di non essere arrivato in Italia per caso.

 SAMUEL GUSTAFSON Serie A Coppa Italia
Presenze/minuti 4/90′ 1/29′
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
Gol  0 0
Assist  0 0
Voto: 5
3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maraton - 4 giorni fa

    mi spiace per il ragazzo. probabilmente non ha mai giocato nel suo ruolo, perchè non è una mezz’ala ne un mediano. potrebbe giocare dietro una punta, visto che i piedi sono buoni e i tempi anche. però bisognerebbe provarlo, magari anche più di 10 minuti per volta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. serginho - 4 giorni fa

    Ma come si fa a giudicare un giocatore con così pochi minutaggi giocati?! Uno dei tanti messi in un angolo da Sinisa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grande Torino - 4 giorni fa

      Forse, andando in un altra squadra, potrà avere spazio e dimostrare i suoi buoni fondamentali ed un giorno tornare. Oggi per lui è inutile e controproducente restare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy