Gustafson, spazi ristretti: ora l’ipotesi del prestito è concreta

Gustafson, spazi ristretti: ora l’ipotesi del prestito è concreta

Focus On / Il centrocampista svedese ha avuto poche chance, e per il futuro può essere opportuno una soluzione per permettergli di accumulare più esperienza

Il Torino ha acquistato, la scorsa estate, il centrocampista svedese Samuel Gustafson, giocatore molto giovane che poteva essere un colpo in ottica futura. Il ragazzo ha provato sin da subito ad integrarsi con la squadra granata, cercando di entrare negli schemi di Mihajlovic e preparandosi al meglio fisicamente per partecipare a qualche gara di campionato. Le chance per lui sono arrivate, anche se in modo esiguo, e il centrocampista non è riuscito a sfruttarle a pieno per mettersi in evidenza, nonostante qualche buona impressione. La possibilità che il ragazzo venga ceduto a titolo temporaneo, perciò, potrebbe concretizzarsi.

TURIN, ITALY - MARCH 05: Samuel Gustafson (R) of FC Torino clashes with Alessandro Gazzi of US Citta di Palermo during the Serie A match between FC Torino and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico di Torino on March 5, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 05: Samuel Gustafson (R) of FC Torino clashes with Alessandro Gazzi of US Citta di Palermo during the Serie A match between FC Torino and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico di Torino on March 5, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

MODULO – Uno tra i tanti motivi per i quali Gustafson potrebbe lasciare la squadra granata per andare a fare esperienza in qualche altra squadra riguarda anche il modulo: dopo la conversione al 4-2-3-1, lo spazio per Gustafson è diminuito ancora di più, perché i centrocampisti a disposizione di Mihajlovic sono davvero tanti per i soli due ruoli a disposizioni, e quindi la possibilità che lui veda il campo è davvero ridotta al minimo, per quanto sia ormai arrivata la fine del campionato di Serie A. Quindi, in questo momento, un giocatore come lo svedese non risulta essere molto utile a Mihajlovic, che ha bisogno di giocatori concreti e fisici in mezzo al campo, avendo già due titolari fissi che sono Acquah e Baselli (i quali sono in un momento positivo).

Primavera, Torino-Pescara, Gustafson

PRESTITO – La soluzione migliore, sia per il Toro che per Gustafson, sembra proprio essere un prestito a qualche altra società: magari in Serie B, o forse ad una squadra neopromossa in Serie A nella prossima stagione, nella quale lo svedese potrebbe garantire un pizzico di qualità, sfruttando l’occasione per crescere e maturare dal punto di vista sia fisico che tattico, per poi tornare alla base granata pronto per dare certezze o per lo meno essere un ricambio molto affidabile che lotta per essere titolare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy