Hellas Verona-Torino 0-1: il ‘Brigante’ Martinez spara e fredda Benussi

Hellas Verona-Torino 0-1: il ‘Brigante’ Martinez spara e fredda Benussi

Primo tempo al Bentegodi / L’attaccante venezuelano, con l’aiuto dell’inserimento di Benassi, elude Marquez e fissa il parziale

Pronti via, e al Bentegodi sono subito emozioni forti. Ritrmi alti, con i granata pericolosi con Martinez, schierato titolare in coppia con Quagliarella. Darmian a sorpresa parte dalla panchina con Ventura che dà modo di rifiatare al laterale granata.
Sugli esterni Bruno Peres e Molinaro ci mettono un secondo di più a registrare i binari e con il palo colpito dai veronesi (Padelli battuto, ma a gioco fermo per il fuorigioco segnalato a Toni) la partita risulta pienamente equilibrata. L’intesa tra le punte del Toro cresce di partita in partita, ma ancora una volta un velo di Quagliarella, su invito di Farnerud, mette fuori tempo il venezuelano che già aveva tagliato verso l’area piccola.

L’ex granata Tachtsidis giganteggia in mediana, impostando e coprendo alla perfezione la sua zona: l’assenza di Gazzi per squalifica tra le fila di Ventura, sposta gli equilibri nei primi venti minuti. I gialloblù lo sanno e ne approffittano aumentando il pressing, quasi schiacciando il Torino nella propria metà campo. I granata provano a ragionare, restando ordinati, e ripartono in contropiede con Peres: colui che tra tutti al miglior cambio di passo.

La squadra di Mandorlini patisce gli schemi si palla inattiva, vero punto di forza dei granata in questa stagione, ma seppur con grande fatica non rischiano nulla.
Timide proteste attorno al 25′, con Padelli che appoggia un rinvio a Moretti, mettendolo in difficoltà sul pressing di Saviola: la palla esce, sarebbe angolo per i gialloblù, ma la terna fa ribattere perché l’ex blaugrana era già in area, sulla rimessa dal fondo battuta in precedenza da Padelli. Con il passare dei minuti i granata diventano sempre meno precisi in fase di impostazione, con ben il 17% dei palloni persi, conseganti quindi agli avversari.

Ma ecco che al 32′, come un fulmine a ciel sereno, l’inserimento di Benassi è decisivo per liberare Martinez al tiro: il ‘Brigante Vinotinto’ approffitta dell’ingenuità di Marquez e fredda Benussi senza pietà. Un digiuno durato sette partite ed ora l’esultanza del classe ’93 che per ora mantiene in vantaggio i granata.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy