I cinque acquisti più costosi dell’era Mihajlovic e che fine hanno fatto

I cinque acquisti più costosi dell’era Mihajlovic e che fine hanno fatto

L’approfondimento / Niang il più pagato: operazione da tredici milioni che si è però rivelata fallimentare

di Alberto Giulini, @albigiulini

Si ritroveranno sabato sera il Torino e Sinisa Mihajlovic, allenatore che per una stagione e mezza ha lavorato i granata inaugurando l’era del dopo Ventura. La gestione Mihajlovic è stata caratterizzata da diversi acquisti importanti, andiamo ora a vedere di chi si è trattato.

IAGO E LYANCO – La quinta posizione di questa speciale classifica è occupata da Iago Falque, prelevato in prestito con diritto di riscatto la stessa estate in cui Mihajlovic è approdato sulla panchina granata. In totale, per acquisire il cartellino del giocatore, la società ha sborsato sei milioni di euro. Il quarto giocatore più pagato dalla società sotto la gestione del tecnico serbo è Lyanco, prelevato a titolo definitivo dal San Paolo. Il centrale brasiliano, che in granata non è ancora riuscito a dimostrare tutto il suo valore a causa di gravi infortuni, è costato sette milioni di euro ed ora è in prestito al Bologna proprio con Mihajlovic.

LJAJIC E RINCON – La seconda posizione di questa classifica degli acquisti più costosi dell’era Mihajlovic è occupata da Adem Ljajic e Tomas Rincon. Il fantasista serbo è approdato in granata nell’estate 2016 dopo un lungo tira e molla tra le parti, con il giocatore che non si è inizialmente rivelato convinto della destinazione. Ed in estate, nonostante l’ottimo finale di stagione, Ljajic è stato ceduto in prestito con obbligo di riscatto condizionato al Besiktas. Una stagione più tardi, invece, l’approdo in granata del mediano venezuelano. Un’operazione da nove milioni complessivi: tre per il prestito oneroso ed altri sei per il riscatto obbligatorio condizionato. Dopo una prima stagione negativa, Rincon sta riuscendo a dimostrare tutto il suo valore.

Cairo e Mihajlovic si ritrovano: tra polemiche e affetto inalterato per il Toro

NIANG IN VETTA – Il giocatore più costoso dell’era Mihajlovic è invece Mbaye Niang. Fortemente voluto dal tecnico, che in precedenza lo aveva già allenato al Milan con buoni risultati, l’attaccante senegalese è approdato al Toro in prestito con obbligo di riscatto. Un’operazione da tredici milioni di euro (due per il prestito ed undici per il riscatto) che si è però rivelata fallimentare. Il rendimento al di sotto delle aspettative ed un rapporto mai ottimale con la tifoseria ha infatti portato ad una bocciatura con il prestito al Rennes.

39 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 settimana fa

    La vera scelta fallimentare è stata relativa all’acquisto di Niang, giocatore sopravvalutato e arrivato al Toro, probabilmente malvolentieri. Il giudizio su Lyanco va sospeso e aggiornato a quando le sue condizioni fisiche gli consentiranno di giocare con una certa continuità. Gli altri tre sono stati acquisti più che positivi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iard68 - 2 settimane fa

    @Bilancio, ti rispondo a distanza di qualche ora…
    L’articolo non è affatto offensivo, fa un elenco delle operazioni di mercato dell’era miha, oltretutto parlandone positivamente in due casi su cinque. Non si capisce cosa tu abbia letto…
    Riguardo le attenuanti sul fallimento di Miha al Toro, perché di questo si tratta, posso condividere quasi tutto… il problema vero fu il suo credo “tattico” sconsiderato oltre al voto scarsissimo da assegnare alla voce “buone maniere” che, anche se non per tutti, hanno molta molta importanza, specialmente per un uomo “pubblico”. Mihajlovic quando è “normale”, di buon umore intendo, è persona simpatica. Quando tutto gira bene, il suo modus operandi calcistico può risultare efficace e divertente (di sicuro più di quello di Mazzarri). Ma lo stato di grazia non può durare più di qualche mese!!! Infine, non amo Mazzarri e il suo non gioco, ma amo il Toro. E di sicuro non scommetto contro di noi. Mai. Speriamo che dopo la primavera, venga una lunga estate calda. Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 2 settimane fa

    Mihajlovic era un po’ troppo velleitario con la sua teoria del “tutti all’ arrembaggio” (semplifico un po’ ovviamente). Ma qualche bella partita l’ abbiamo vista. Aveva sicuramente un “rosa” meno forte di quella di Mazzarri, che però a mio parere l’ ha un po’ troppo “alleggerita”, privandosi sia di Ljajic e che di Soriano (entrambi stanno facendo bene nelle nuove squadre). Soprattutto il primo sarebbe stata la ciliegina sulla torta e chi afferma il contrario si fa condizionare dall’ antipatia per il serbo e dimentica che persino all’ inizio di questa stagione quando è sceso in campo ha fornito ottime prestazioni (ricordo quelle contro il Cosenza e contro l’ Inter). La società ha scelto di cederlo perchè voleva rientrare in parte dal forte sbilancio della campagna acquisti e non aveva avuto offerte decenti per l’ altro giocatore messo sul mercato, Baselli. Mazzarri ha indubbiamente consolidato la fase difensiva, ma la costruzione del gioco è ancora carente. Miglioramenti si sono notati nelle ultime due partite, avendo finalmente dato a Belotti una spalla vera (anche qui non bisogna farsi condizionare da antipatie o simpatie per Zaza, ma guardare ai risultati in campo). E’ vero però che si è vinto contro le ultime due formazioni in classifica e che ci vogliono test più probanti. Ora, a mio parere, sarebbe bene che Mazzarri schierasse a fianco d Zaza e Belotti Iago Falque, facendogli fare quello che sa fare meglio, l’ esterno d fascia (e invece spesso lo utilizza come trequartista). L’ attuale allenatore procede, a mio giudizio, un po’ troppo con i piedi di piombo. Mettere Iago Falque significherebbe sacrificare uno fra Meitè e Baselli e, visto come stanno giocando (peggio il primo del secondo), non mi sembra un grande azzardo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Torello_621 - 2 settimane fa

    Io di Benassi ricordo l’uscita dagli ottavi di EL e la sconfitta nel derby. Poi sarà anche migliorato, ma rimpiangerlo mi sembra eccessivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

      Condivido in pieno.
      C’è chi addirittura lo ricorda come giocatore “in grado di saltare l’uomo”, boooh. La memoria fa veramente brutti scherzi, a meno che non ci sia qualche burlone.
      Il Benassi del Toro era un centrocampista con un’ottima castagna da fuori area, capace di qualche inserimento intelligente; ma era alquanto limitato sia in interdizione sia in impostazione, con un dinamismo di qualità medio-bassa.
      Ora come ora sarebbe un rincalzo, non potendo competere con la garra di Rincon, con l’intelligenza e il fisico di Lukic, con l’esperienza e la poliedricità di Ansaldi, con la doppia fase di Baselli, e con la tecnica e il fisico di Meité (il quale dovrebbe dal canto suo darsi una svegliata e tornare ai livelli che gli competono).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 2 settimane fa

        Il mondo è bello proprio perché tutti i gusti non sono alla menta… ma, d’accordo sulla garra di Rincon, “l’intelligenza e il fisico” di Lukic faccio proprio fatica a condividerli. Oggi come oggi Benassi (che non aveva dinamismo medio-basso) vale due volte il serbo, non fasse altro perché sa segnare! Ma voglio darti credito e prima di augurarmi che venga ceduto, aspetterò un Lukic decisivo almeno una volta quest’anno… con un gol, un passaggio geniale o un recupero da applausi. Serve un po’ più del compitino a centrocampo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dario61 - 2 settimane fa

    Io comunque vorrei vedere sinisa con questa squadra con un ljalic in più…diciamo che l’unica cazzata è stato Niang…ma con gli acquisti di questo campionato non sarei tanto convinto che sinisa avrebbero fatto peggio sin qui di Mazzarri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

    Depauperata in un anno e mezzo l’eredità di Ventura.
    Adesso stiamo ripartendo con gli Aina i Meite e i Djidji.
    La sua gestione di Benassi è stata demenziale. Speriamo almeno recuperi Lyanco e faccia affermare Edera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 2 settimane fa

    Non condivido il commento di bilancio delle ore 13:39.il primo anno di mihajlovic é stato un anno di transizione. Non lo boccio per quello. Si é passati da una rosa che giocava 3/5/2 al 4/3/3. La sua mala gestione si é vista l anno dopo dove invece di continuare con il 4-3-3 completando la rosa e ampliandola ha fatto cedere Benassi per passare al 4/2/3/1 comprando niang. Aveva Sirigu, ed nkoulou moretti e ansaldi ma la fase difensiva era latente e davanti con niang voluto da lui ha fatto un buco Nell acqua tanto da tornare al 4/3/3 prima Dell esonero. Ma oramai senza gli inserimenti di Benassi e un rincon fuori posizione la frittata era fatta. Molti dicono che almeno giocavamo bene. Forse ricordano male. Abbiamo giocato da dio da agosto a fine ottobre finché le gambe hanno retto. Poi un calcio deludente e approssimativo fatto di 1 contro 1 costanti senza un minimo di movimenti coordinati di squadra. A dimostrazione di ciò sono i risultati. A parità di rosa con Mazzarri dopo l esonero del serbo abbiamo fatto più punti più gol e ne abbiamo subiti meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14003131 - 2 settimane fa

    In complesso il quadro è negativo. Amen, mi era anche simpatico il capitan fracassa, ci ha dato brio e risvegliato dal tepore per qualche mese ma poi alla fine le lacune sono venute fuori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. iltorinese - 2 settimane fa

    leggendo l’articolo non emerge quanto è venuto a costare Ljajic. Comunque condivido buona parte dei commenti che sto scorrendo e deduco e concordo che per fortuna abbiamo un Belotti che continua a sacrificarsi in tutte le parti del campo ( meno che in porta) e questo perchè manca quel personaggio che riesca a fare il famoso ultimo passaggio, non so come la pensate voi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. avvopal_14171626 - 2 settimane fa

    Premesso che gli allenatori hanno una percentuale bassa sia nei meriti che nelle colpe rispetto ai giocatori che di riffa o di raffa vanno in campo, Miha è tanto fumo e poco arrosto…la colpa quindi non è tanto sua quanto di chi l’ha preso. Si è creato quest’immagine del cattivo che appende i giocatori al muro, tutto grinta e passione ma tatticamente è un disastro. Bello giocare con 4 giocatori d’attacco ma poi se centrocampo e difesa non reggono…..preferisco essere meno “divertente” e più concreto e con molti punti in più in classifica…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. stfe - 2 settimane fa

    Io non voglio dimenticare che il serbo ha caldeggiato la cessione di Marco Benassi, un giocatore che avrebbe fatto comodo nel ns centrocampo, visto che non abbiamo un solo centrocampista capace di saltare l’uomo e di inserirsi al centro. E’ chiaro che ogni allenatore ha i suoi pallini come giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. robertozanabon_821 - 2 settimane fa

    Del passato non frega niente a nessuno. Sarà importante ciò che faremo da ora in poi. Forza Toro, il futuro sarà il luogo dove vivremo il resto della nostra vita. Basta “dietrologie”. FVCG !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Bilancio - 2 settimane fa

    Articolo molto offensivo. Tendenzioso, fatto per mettere in discredito una persona, valorizzandone indirettamente un altra, per paragone.
    E dei Sadiq, non diciamo niente. Una persona come tante altre, che stoppava un pallone e questo rimbalzava a 5 metri?
    Preso come vice Belotti, che dopo essere stato distrutto da quel macellaio del verona, ha dovuto stare fuori per mesi prima di recuperare, e con l aggravante di essere stato chiamato in gran fretta per salvare la baracca (Toro ed Italia) e peggiorando il suo infortunio.
    E del tradimento di Maksimovic, con cui lui intendeva costruire la difesa, non parliamo?
    E del centrocampo da puntellare, con lui che aveva chiesto espressamente Kucka, non parliamo?
    E di Ljacic che a piu riprese si e’ preso la scena risultando molto positivo?
    Mah, articolo tendenzioso, solo offensivo.
    Amico, molti lo stimano ancora, molti, emolto silenziosamente, 1, 2 o tre rondini, non fanno primavera…
    Scomettiamo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROHM - 2 settimane fa

      Bah….sei cosciente di quel che affermi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 2 settimane fa

        Molto cosciente.
        Miha non aveva la squadra completa. Mancava il centrocampo e la difesa era stata messa su alla meno peggio, soprattutto dopo il tradimento di maksimovich.
        Parlare ancora Di Miha e come parlare ancura di Berluska.
        Appartengono al passato. Focalizzatevi sul presente che e’ fatto di:
        Un toro a cui all inizio gli girava tutto storto +
        Un toro a cui adesso gli gira tutto bene (gol con l inter con un solo tiro in porta) (pareggio a napoli dopo essere stati presi a pallonate)….
        Non poteva essere vero il toro di prima, ma anche quello di oggi mi sembra un po soppravalutato. adesso prima di volare verso la champions …fatevi un esame di coscienza…
        Cambiero opinione quando vedro Belotti solo, solo in attacco e servito a dovere da un rifinitore.
        Lo schema 10-1 piace a voi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. unasolafede - 2 settimane fa

          Cosa c’è di tendenzioso lo vedi solo tu. Si parla di giocatori acquistati nell’era Mihajlovic e non leggo accuse verso lo stesso. Offensivo poi… bo. Per me è solo un articolo di nessun interesse ma se tu ci vedi complotti… Se a te piaceva di più come giocava Mihajlovic liberissimo di dirlo e rispetto il tuo pensiero ma spiegami perchè dovrei farmi un esame di coscienza.
          P.S. Spero che sabato nessuno fischi Mihajlovic perché pur considerandolo scarso come allenatore penso sia una persona seria che ha lavorato con impegno e passione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Grizzly - 2 settimane fa

            Concordo in pieno.

            Mi piace Non mi piace
        2. avvopal_14171626 - 2 settimane fa

          La vittoria con l’Inter è stata meritata; anche loro hanno fatto un tiro in porta e nella ripresa nemmeno quello…piuttosto siamo stati fortunati ad incontrarli nel periodo più buio per loro…il Napoli meritava di vincere ma non c’è riuscito, cazzi loro… Piuttosto la partita con l’Udinese è stata brutta e non meritavamo molto. La cosa importante però è che siamo riusciti a vincere le partite da vincere e siccome vincere aiuta a vincere, mi attendo lo stesso risultato sabato sera….Poi una bella pausa ristoratrice e via ancora con altre 5 partite “normali” prima del Milan e delle Merde….volare verso la Champions mi sembra fuori luogo ma se va come deve andare verso l’EL, sicuramente sì….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

      Attualmente rondini contro, 17; a favore, 4.
      Direi che più di quattro su cinque non rimpiangono Adem.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

        Aggiornamento:
        rondini contro, 36
        rondini a favore 6

        siamo a 6 contro 1

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 2 settimane fa

        Io lo rimpiango eccome!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. iard68 - 2 settimane fa

        Adem lo rimpiango oggi e anche domani, arrivassimo pure in Europa (cosa che auguro a tutti noi!!!). Con lui questa squadra avrebbe fatto qualche punto in più di quelli che farà, tanti (speriamo) o pochi che siano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 2 settimane fa

          Avoja

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Cecio - 2 settimane fa

      Bah non capisco cosa ci sia di offensivo, dei 5 giocatori citati ce n’è uno che è stato un chiaro errore di mercato (Niang), un acquisto sfortunato (Lyanco), uno che divide da sempre (Lljajic) e 2 ottimi giocatori (Rincon e Iago).
      Detto che a me Ljajic è sempre piaciuto, non vedo come possa essere offensivo nei confronti di Mihajlovic..
      Gli orrori di mercato ci sono per tutti gli allenatori (vedi Soriano quest’anno o il mancato acquisto di Pereyra/Krunic ecc..) o il rendimento deludente di alcuni acquisti (vedi Zaza fino a 2 settimane fa).
      Personalmente non credo che Sinisa fosse l’origine di tutti i mali, sicuramente però non è riuscito a far fare un alto di qualità alla squadra che puntualmente falliva le occasioni importanti.
      Ora sembra che qualcosa sia cambiato da questo punto di vista, la conferma ovviamente la si avrà solo a fine campionato ma i presupposti ci sono tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 settimane fa

        Rincon l’anno scorso è stato bersagliato in tutti i modi possibili immaginabili.
        Ljajic era l’unico vero fenomeno che avevamo. Se si fosse costruita la squadra intorno a lui,gallo e iago l’avremmo fatto sentire parte di un progetto.
        Si è scelto diversamente…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. alexku65 - 2 settimane fa

      Lascia stare i Mazzarri boys Bilancio. Raggiungono il loro max piacere (visto che il Toro ne da poco almeno dal punto di vista dello spettacolo) nel spolliciare all’ingiù i commenti che cercano di esser un po’ più sensati ed equilibrati. Lasciali perdere perché sono quelli che chiamano le orde allo stadio e che durante le partite sono in cameretta a commentare toccandosi per l’eccitamento e sono sempre gli stessi che cambiano certo a seconda del consesus generale. Hai fatto un buon commento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bilancio - 2 settimane fa

        Grazie Alex,
        Quando una civilta’ perde coscienza delle proprie origini, queste sono le conseguenze!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. iard68 - 2 settimane fa

      @Bilancio, ti rispondo a distanza di qualche ora…
      L’articolo non è affatto offensivo, fa un elenco delle operazioni di mercato dell’era miha, oltretutto parlandone positivamente in due casi su cinque. Non si capisce cosa tu abbia letto…
      Riguardo le attenuanti sul fallimento di Miha al Toro, perché di questo si tratta, posso condividere quasi tutto… il problema vero fu il suo credo “tattico” sconsiderato oltre al voto scarsissimo da assegnare alla voce “buone maniere” che, anche se non per tutti, hanno molta molta importanza, specialmente per un uomo “pubblico”. Mihajlovic quando è “normale”, di buon umore intendo, è persona simpatica. Quando tutto gira bene, il suo modus operandi calcistico può risultare efficace e divertente (di sicuro più di quello di Mazzarri). Ma lo stato di grazia non può durare più di qualche mese!!! Infine, non amo Mazzarri e il suo non gioco, ma amo il Toro. E di sicuro non scommetto contro di noi. Mai. Speriamo che dopo la primavera, venga una lunga estate calda. Forza Toro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14171626 - 2 settimane fa

    Assolutamente… Speriamo di non perderci troppo… Iago credo invece che se andrà.. Mazzarri non gioca a 3 davanti e lui é decisivo solo se parte dalla fascia, un po’ come Cerci… Anche Edera mi sa che c’azzecca poco col modulo di Mazzarri… Avremo bisogno di una seconda punta vera da affiancare al Gallo o a Zaza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ProfondoGranata - 2 settimane fa

    Rincon da farne una bandiera. Teniamocielo.
    Iago è in gamba. Deve stare al passo ma è uno da Toro. Piuttosto che chiedergli di adeguarsi andrebbe sfruttato per le sue migliori abilità.
    Lyanco al momento è un ottimo rincalzo. Va sviluppato.
    Ljalic è un capitolo chiuso e se tornasse al massimo sarebbe una riserva di lusso da usare per dare un cambio di marcia a gara in corsa (se la panca la fa dybala non vedo perché non possa farla un Ljalic qualunque).
    Niang datelo via prima possibile e cercate di fare più cassa possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Su
    Niang invece siamo tutti d’accordo: un fannullone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Iago Falque è un esterno e se gioca in tale ruolo è un ottimo giocatore pur con alcuni limiti, primo dei quali la mania di fare uno/due dribbling di troppo prima di crossare.
    Se si gioca con il 3-5-2 il suo rendimento cala.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Como Granata - 2 settimane fa

    Su Iago Falque; non sono d’accordo!!
    Per me e’ piu’ di un “Buon Giocatore”….anzi a volte il gioco del Toro e la vivacita’ di alcune parti di partita…dipendono direttamente dal suo rebdimento positivo.
    E’ l’unico giocatore che NON cederei mai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 2 settimane fa

      In funzione dei pollici, direi che molti la pensano come te e pochi come me in riferimento a iago. Ne prendo atto e mi fa piacere che i giocatori del Toro vengano difesi dai tifosi. Ovviamente il mio su Iago è giudizio tecnico, perchè come persona e professionista penso solo positivo. E finchè vestirà il granata avrà sempre il mio tifo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. anpav - 2 settimane fa

    Falque sta mostrando evidenti limiti. Lento nel pensiero, Monopiede.
    Ha anche delle qualità, perchè il suo sinistro è buono. Ma se partisse, non mi strapperei i capelli. anzi lo vedo come sacrificabile per incassare e fare poi mercato. Lyanco ha tutto da dimostrare.
    Su Ljiajc, stessa posizione di privilegio. Rincon un vero mastino, in linea con quanto la maglia che indossa impone.
    Niang: spero si riesca a fare cassa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

    Lyanco potenzialmente un grande difensore.
    Falque un buon giocatore che rischia di essere superato dalla crescita complessiva della squadra.
    Ljajic croce e, talora, delizia, e non venitemi a parlare di quanti assist e quanti gol: con lui in campo spesso un uomo in meno.
    Rincon, rinato e diventato una colonna.
    Niang, il boccone avvelenato di Miha, speriamo che continui a segnare nel Rennes, plusvalenziamolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. malva - 2 settimane fa

      Ljajic ero arrivato al punto di odiarlo..ingrato, svogliato e sbruffone.Mai rimpianto.
      Giocatori così guastano gli spogliatoi

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy