I tifosi granata non amano la ”melina”

I tifosi granata non amano la ”melina”

nostro inviato a Siena
Giacomo Serafinelli

Dopo il gol del 2-2 di Rolando Bianchi, cercato più volte e più volte fallito, la partita di Siena é praticamente finita. Gli ultimi dieci minuti (più recupero), infatti, sono stati caratterizzati dall’improvviso crollo dei ritmi di gara, anzi una vera e propria “melina” vecchio stile é stata quella attuata dai difensori del Torino…

nostro inviato a Siena
Giacomo Serafinelli

Dopo il gol del 2-2 di Rolando Bianchi, cercato più volte e più volte fallito, la partita di Siena é praticamente finita. Gli ultimi dieci minuti (più recupero), infatti, sono stati caratterizzati dall’improvviso crollo dei ritmi di gara, anzi una vera e propria “melina” vecchio stile é stata quella attuata dai difensori del Torino che si passavano la palla l’un l’altro. Ma se la cosa risulta accettabile per i tifosi del Siena, che in ogni caso aspettavano solo di poter stappare lo spumante, lo é molto meno per i granata, che -al di là del fatto che il pari strappato in casa della capolista sia sulla carta un buon risultato- con un punto non fanno certo un rassicurante passo in avanti in classifica.

E così, parte della tifoseria ospite sugli spalti del “Franchi” ha iniziato ad inveire contro i propri giocatori, gridando “Vergogna”, e cantando “Per andare in A bisogna vincere”, mentre i giocatori facevano girare palla in maniera del tutto inoffensiva. Per tutta la partita, peraltro, la Maratona itinerante aveva sostenuto a gran voce il Toro.

(Foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy