I tifosi granata non tradiscono mai

I tifosi granata non tradiscono mai

Il dodicesimo uomo in campo ha nuovamente fatto la differenza e ancora una volta il popolo granata è stato uno dei protagonisti di questa difficile stagione. Il rammarico più grande è rappresentato dalla capienza dell’Olimpico, troppo piccolo per contenere tutte le richieste giunte e ci sarà nuovamente bagarre quando sarà ora di fare gli abbonamenti (vale il diritto di prelazione per cui…

Il dodicesimo uomo in campo ha nuovamente fatto la differenza e ancora una volta il popolo granata è stato uno dei protagonisti di questa difficile stagione. Il rammarico più grande è rappresentato dalla capienza dell’Olimpico, troppo piccolo per contenere tutte le richieste giunte e ci sarà nuovamente bagarre quando sarà ora di fare gli abbonamenti (vale il diritto di prelazione per cui i vecchi abbonati devono assolutamente conservare la loro vecchia tessera). Va anche sottolineato che il pubblico granata si è sempre comportato bene, poche le multe che Cairo ha dovuto pagare, senza dimenticare che l’Olimpico è uno dei pochi stadi in perfetta regola rispetto alle nuove normative sulla sicurezza degli impianti.

Gli abbonati totali della stagione granata del 2006/07 sono stati 17849, a cui vanno aggiunti i biglietti singoli venduti partita per partita.

Nella prima gara contro il Parma c’è stato molto entusiasmo per rivedere il Toro in serie A, 3294 i biglietti venduti. Nella partita successiva in casa contro il Siena si è dimezzata la presenza con 1396 ticket venduti, così contro il Chievo, 1114, e poi Messina 1258. Sono saliti di numero in occasione dei match contro la Lazio, 2158 e Fiorentina, 2803, nonostante si sia giocato di mercoledì sera ed i due match siano finiti con una sconfitta per i padroni di casa. Buona la vendita contro la Sampdoria, 2716, mentre è salito notevolmente il numero in occasione della partita contro l’Empoli, 4813, giorno della grande festa del Centenario. Contro l’Inter, 5846, si è registrato il massimo dei biglietti venduti della stagione, extra abbonati. Buona l’affluenza con la Roma, 3471, contro l’Udinese solo 1138, mentre il tetto minimo si è avuto nella partita contro la Reggina, 934. Con il Cagliari, prima partita di De Biasi dopo l’esonero di Zaccheroni, si sono registrati 1526 biglietti venduti, partita infrasettimanale, 1928 contro il Catania, per salire a 3083 nel match con il Palermo. Meno affluenza contro l’Atalanta, 1996, boom con il Milan 4690, buona la partecipazione contro l’Ascoli, 2173, partita decisiva per la salvezza, mentre si è chiuso domenica contro il Livorno con 4187, altro numero importante per festeggiare l’agognata salvezza.

I tifosi granata non vogliono mancare i grandi appuntamenti, con una squadra all’altezza della situazione l’Olimpico sarebbe sempre strapieno, con l’handicap ovviamente di non poter soddisfare tutte le richieste visto il ridotto numero di posti. A questo punto si attendono conferme da Cairo sul progetto futuro, per dare l’opportunità così a Chiamparino e all’amministrazione pubblica torinese di aprire un tavolo delle trattative per ampliare l’Olimpico e finalmente battezzarlo con il suo vero nome: Stadio Grande Torino.

Si ringrazia per la collaborazione la biglietteria del Torino FC

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy