Iago Falque, 12 goal e un’altra stagione da urlo: è fondamentale per il Toro

Iago Falque, 12 goal e un’altra stagione da urlo: è fondamentale per il Toro

Focus on / Lo spagnolo eguaglia lo score dello scorso campionato, ma il peso specifico è nettamente più alto: 12 goal e 8 assist in campionato nonostante la squadra abbia segnato 17 goal in meno

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Il Torino vince a Genova nell’ultima giornata di campionato, in una partita che sintetizza gran parte delle caratteristiche emerse in questa stagione, sia quelle positive che quelle meno positive. Tra le negative c’è sicuramente il masochismo nel rischiare di pareggiare in extremis una partita già vinta, mentre tra le conferme positive si può certamente annoverare il capocannoniere del campionato del Toro: Iago Falque. Dopo i 12 goal dello scorso anno, ne sono arrivati altri 12 accompagnati da 8 assist e una costanza di rendimento e di realizzazione da far invidia alle migliori prime punte. Se calcoliamo anche i 2 goal e i 2 assist nell’ultima edizione della Coppa Italia arriviamo a parlare di un bottino di 26 goal e 18 assist in 2 anni con la maglia granata. Falque ha segnato in tutti i modi, da fuori, di rapina, di destro, sinistro e anche di testa. Imprescindibile.

LEGGI – Le pagelle di Genoa-Torino: un monumento per Nkoulou e Falque

GENOA, ITALY - MAY 20: Iago Falque of Torino celebrates after scoring a goal during the serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on May 20, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)
GENOA, ITALY – MAY 20: Iago Falque of Torino celebrates after scoring a goal during the serie A match between Genoa CFC and Torino FC at Stadio Luigi Ferraris on May 20, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

PESO SPECIFICO – Ai numeri, già impressionanti da soli, bisogna aggiungere che il peso specifico dei goal segnati e fatti segnare quest’anno è ancora più elevato se consideriamo la differenza dei goal segnati dalla squadra rispetto allo scorso anno. Si è parlato molto delle difficoltà di Belotti, a cui mancano all’appello 16 goal e 3 assist rispetto all’anno scorso. Iago Falque si è caricato il peso dell’attacco sulle spalle ed è stato leader realizzativo e tecnico. I goal e gli assist di Falque sono stati spesso decisivi e hanno portato alla causa 14 punti.

LEGGI – Carmela Silva sul figlio Iago Falque: “Dati stratosferici”

NAZIONALE – Julen Lopetegui diramerà l’elenco dei 23 convocati quest’oggi dopo che la lista dei 35 è stata già inviata alla FIFA ma non pubblicata per volontà del CT Spagnolo. Nonostante i numeri e le prestazioni, il bomber di Vigo non è mai entrato realmente in orbita Nazionale e anche questa volta non sembra avere particolari chances. Utopia pensare a Iago Falque almeno preconvocato? No, l’esterno d’attacco spagnolo si sta esprimendo da almeno 4 anni a livelli altissimi, si è confermato anche quest’anno con i numeri già elencati ed è il miglior marcatore spagnolo della Serie A. Per fare un paragone, un giocatore simile a lui ed inserito in orbita Nazionale come Suso ne ha realizzati solamente la metà: 6. Un esterno molto più prolifico, supportato da un club molto più prolifico del Toro, ovvero Callejon ne ha realizzati 10. A prescindere dalla Nazionale resta un fatto: Iago Falque è stato fondamentale e un Torino competitivo non può prescindere da lui.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torotorotoro - 7 mesi fa

    Ottimo giocatore. Credo che Berenguer (22 anni) possa seguirne le tracce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata - 7 mesi fa

    Nonostante i numeri elencati da Toro News c’ è stato ieri ancora qualcuno che su questo sito ha messo in dubbio l’ utilità di Iago Falque per il Toro, dicendo che ha segnato solo contro squadrette e dimenticando il bel gol fatto a San Siro contro l’ Inter.
    Certo se si ragiona così nessun giocatore del Toro va bene: non Belotti, che non sarà mister 100 milioni di euro ma che per noi è un signor attaccante; non Ljajic, la cui assenza per puro autolesionismo da parte della società è pesata quanto la sua presenza, uomo di classe superiore; non Iago Falque, che ha tirato la carretta più di tutti e che ha ottime doti tecniche. Se fosse possibile (ma Cairo di fronte a offerte allettanti non sa dire di no) bisognerebbe ripartire da questi tre e da Sirigu e ‘Nkoulou per costruire un Toro da EL. Oggi si osannano Baselli e Berenguer, ma qual è stato il loro rendimento non contro avversarie demotivate, ma nell’ arco dell’ intera stagione? Attenzione a saper dare il giusto valore ai giocatori, soprattutto in relazione agli obiettivi che si vogliono raggiungere. Altrimenti passano per buoni anche Basha e Vives, calciatori seri e disciplinati, ma da lotta per la salvezza o da Serie B (basta guardare il loro curriculum).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 7 mesi fa

      Sicuramente non lo citerai per rispetto dei tuoi stessi compagni di Tifo…
      Te lo rammendo io però…si tratta di un tal “Kaimano” (cresciuto a “Pane e Calcio”, sue parole, quindi un personaggio con cui con molta difficoltà si riesce a discutere su Temi Tecnici) che lo considera la peggior causa della mancata incisività a livello di finalizzazione offensiva per il fatto che sa usare solo il Piede Sinistro e non sa crossare…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. KanYasuda - 7 mesi fa

        granata…comunque, ottimo commento con la Speranza di ripartire dalle Basi solide che questa Stagione ha evidenziato e che giustamente hai citato !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabio1906 - 7 mesi fa

    In un mondo in cui fa più notizia il tatuaggio, il bidone della spazzatura al posto del cuore o la nuova fidanzata, io mi tengo stretto Iago con le sue “fredde” statistiche. Tipo tranquillo e di buona famiglia, attira poco l’attenzione dei media e, spero, di quelli che ce lo potrebbero portar via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy