Falque vola in doppia cifra e ricorda a tutti: con Ljajic c’è intesa

Falque vola in doppia cifra e ricorda a tutti: con Ljajic c’è intesa

Decimo sigillo in campionato e settimo assist per lo spagnolo, che brilla esaltato dalle qualità del numero 10

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Il decimo gol stagionale non è un punto di arrivo per Iago Falque, ma un’occasione per ripartire. Contro il Cagliari, lo spagnolo ha raggiunto la doppia cifra di reti (per la terza stagione su quattro giocate in Italia: cifre di assoluto valore) e siglato il settimo assist (sei dei quali nel 2018) del suo campionato, confermando di essere ancora una volta l’uomo a cui il Toro si aggrappa nei momenti di svolta. Era successo anche nella gara di andata contro il Cagliari, con il suo gol che aveva svegliato dal torpore un Toro sotto di una rete e con il rischio psicodramma.

Iago toglie le castagne dal fuoco anche in Sardegna, partendo da una posizione che (a detta dello stesso) lui non ha quasi mai interpretato in carriera. Non se la cava male nel ruolo di seconda punta, perché un giocatore di quella qualità non può mai sfigurare completamente, ma quando nella ripresa entra Ljajic ad occupare la linea di trequarti, lo spagnolo evolve il proprio raggio d’azione – tirando fuori, come per osmosi, qualità dalla qualità del serbo. “Quando è entrato Adem avevamo più gioco, io e lui ci capiamo bene” (qui le sue parole) il messaggio lanciato dallo spagnolo, che constata un fatto abbastanza lapalissiano. Eppure, ci sono voluti ben tre mesi per “re-integrare” il numero 10 nell’equilibrio della squadra, pur essendo forse l’unico giocatore in rosa capace di esaltare in questo modo le caratteristiche dei compagni (basti vedere i numeri dell’asse con Belotti, leggi qui).

Cagliari Calcio v Torino FC - Serie A

Iago si conferma l’uomo in più dei granata, condividendo la copertina di giornata con Ljajic. Per entrambi, questa vittoria deve essere l’inizio di qualcosa di più per riportare una ventata di positività in casa granata – che raramente ne ha avuto così bisogno. Un 4-0 per ripartire, soprattutto con e da loro due.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rokko110768 - 3 mesi fa

    Mi sembra difficile prescindere da un Toro con Iago-Aden-Gallo in avanti. Oltre a Sirigu e K’Koulou dietro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gikappa67 - 4 mesi fa

    Iago per sempre al Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy