Chievo, il centrocampo: dalla novità Ninkovic a quel Castro che il Torino ricorda bene

Chievo, il centrocampo: dalla novità Ninkovic a quel Castro che il Torino ricorda bene

Verso il match / In mediana tante defezioni per Maran: Izco, Pepe, Hetemaj e lo squalificato Rigoni. Ma il trequartista c’è sempre

andata

Dopo aver analizzato il reparto difensivo del Chievo, prendiamo in esame il centrocampo. Maran, per la gara contro il Torino, deve fare i conti con tante defezioni. A partire dallo squalificato Nicola Rigoni, un titolare; ma il tecnico veronese deve anche fare i conti con gli acciacchi di Pepe ed Hetemaj, che hanno saltato il match con la Juventus e potrebbero non recuperare per la sfida dell’Olimpico. Senza contare che Mariano Izco è lungodegente, dopo aver subito un grave infortunio al legamento crociato del ginocchio destro.

COSA E’ CAMBIATO A GENNAIO – Il mercato di gennaio non ha portato in dote grandi novità per la mediana gialloblù: un’uscita e un’entrata. L’UFO danese Christiansen, che ha fatto contare solo quattro presenze in un anno, è partito in direzione Malmoe; è invece arrivato alla corte di Maran un giocatore interessante, quel Nikola Ninkovic che è l’ultimo gioiellino fuoriuscito dalla bottega Partizan Belgrado. Arrivato al Chievo via Genoa, Ninkovic – centrocampista offensivodi grandi qualità che a 18 anni giocava spesso e volentieri titolare con la maglia del famoso club serbo – è stato seguito a lungo dal Napoli, che gli ha offerto un pre-contratto con la possibilità di unirsi a Sarri da luglio da svincolato (un po’ come ha fatto il Torino con Lucas Boyè). Il ragazzo, per gratitudine nei confronti del club che lo ha cresciuto, ha invece deciso di accettare l’offerta dei grifoni, che lo hanno prelevato a titolo definitivo a un prezzo irrisorio (intorno ai 500.000 Euro) e lo hanno parcheggiato in Veneto, dove cercherà di mettersi in mostra fino a giugno.

L'esultanza dei clivensi dopo la rete realizzata al Torino lo scorso settembre
L’esultanza dei clivensi dopo la rete realizzata al Torino lo scorso settembre

CHI DOVREBBE GIOCARE – Per la gara contro il Torino di domenica, considerato tutto questo, Maran (dando per non recuperati Pepe ed Hetemaj, come detto reduci da infortuni) dovrebbe puntare sul solito centrocampo a tre con il trequartista davanti, modulo tattico a cui Maran rinuncia pochissimo, avendolo recentemente riproposto anche contro squadre di livello superiore come la Juventus. In mediana giocherà al 99% quel Lucas Castro che ha deciso la gara d’andata al “Bentegodi”, affiancato da Radovanovic in cabina di regia e probabilmente Pinzi; il giocatore dietro le punte sarà invece la vecchia conoscenza granata Valter Birsa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy