Il Crevalcore ad Orbassano

Il Crevalcore ad Orbassano

Orbassano – Ultimo allenamento prima delle vacanze pasquali per i granata che questa mattina hanno sudato per un’ora abbondante sotto un sole tropicale. Mancava solo Angelo Pagotto, mentre Davide Nicola ha ripreso a correre, svolgendo un lavoro differenziato così come Luca Ungari, il cui recupero atletico procede nel migliore dei modi. L’ex modenese continua nel lavoro di fondo per ritrovare una condizione accettabile. Dopo…

Orbassano – Ultimo allenamento prima delle vacanze pasquali per i granata che questa mattina hanno sudato per un’ora abbondante sotto un sole tropicale. Mancava solo Angelo Pagotto, mentre Davide Nicola ha ripreso a correre, svolgendo un lavoro differenziato così come Luca Ungari, il cui recupero atletico procede nel migliore dei modi. L’ex modenese continua nel lavoro di fondo per ritrovare una condizione accettabile. Dopo un paio di giri di campo, Gianni De Biasi ha diviso il gruppo in due squadre facendo svolgere una partitella a metà campo e poi esercizi che simulavano azioni di gioco offensive con attaccanti e centrocampisti contro i quattro difensori. Poco indicative, per quanto riguarda la formazione che ha in mente il tecnico, le pettorine ma significativi i ruoli assegnati: sulle corsie esterne, per esempio, da una parte Rosina a destra e Ferrarese a sinistra, nell’altra squadra, Lazetic a destra e Fantini a sinistra. Per il resto, carte mischiate, con le "pettorine" composte da Vailatti, Doudou, Brevi e Balestri in difesa, la coppia di centrocampisti Gallo-Longo e in attacco Abbruscato-Vryzas supportati lateralmente da Fantini e Lazetic.

Al termine della partitella, per finire in bellezza, il professore Artico ha torchiato il gruppo con allunghi sui 50 metri per immagazzinare benzina e fiato, sotto gli occhi di una decina di tifosi sempre presenti ad Orbassano e lo sguardo attento della squadra Giovanissimi regionali del Crevalcore Calcio, arrivati dalla cittadina bolognese in visita a Torino: "Ogni anno scegliamo una tappa diversa per i nostri viaggi – spiega il responsabile delle giovanili Marco Feriani -. Sono un’occasione di socializzazione per i ragazzi ma anche di arricchimento culturale. Grazie ad amici granata abbiamo avuto il piacere di seguire l’allenamento della squadra e domenica ci recheremo in visita al Museo del Grande Torino e alla Lapide dei caduti di Superga".

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy