Il Palermo soffre in trasferta

Il Palermo soffre in trasferta

La prossima partita di campionato vede il Torino ospitare il casa un Palermo che detiene il doppio dei punti dei granata. Sono infatti cinque le vittorie dei rosanero, con un pareggio e quattro sconfitte. Di queste ben tre sono state subite in trasferta, in cui la squadra e’ riuscita a portare a casa il punteggio pieno in una sola occasione, e proprio nel capoluogo piemontese, contro la Juventus. A differenza delle nove reti segnate…

La prossima partita di campionato vede il Torino ospitare il casa un Palermo che detiene il doppio dei punti dei granata. Sono infatti cinque le vittorie dei rosanero, con un pareggio e quattro sconfitte. Di queste ben tre sono state subite in trasferta, in cui la squadra e’ riuscita a portare a casa il punteggio pieno in una sola occasione, e proprio nel capoluogo piemontese, contro la Juventus. A differenza delle nove reti segnate dai granata, nei palermitani i gol realizzati sono stati quindici, di cui sei per opera di Miccoli, quattro grazie a Cavani, e uno a testa Kjaer, Mchedlidze, Bovo, Bresciano e Simplicio. Il modulo privilegiato in questa prima parte di campionato e’ stato il 4-3-1-2, anche se nell’ultima gara contro il Chievo Ballardini ha schierato un 4-2-3-1 che ha portato ad una secca vittoria per 3-0.

Contro i granata la squadra dovrebbe pero’ tornare al modulo classico, nonostante tra indisponibili e squalificati, la formazione sara’ necessariamente rimaneggiata. Dovranno infatti saltare un turno Bresciano, espulso domenica scorsa per doppia ammonizione, e Carozzieri,che era diffidato e ha rimediato l’ennesimo giallo. Restano invece infortunati Bovo e Amelia, e si ferma anche Raggi a causa di una distrazione muscolare. Sono invece da valutare le condizioni di Capuano e Balzaretti, alle prese con problemi legati ad una contusione. Rientra invece Liverani, che ha scontato il turno di squalifica. Partira’ ancora titolare il diciannovenne difensore Kjaer che e’ stato la rivelazione della scorsa partita, guadagnando un calcio di rigore in occasione del primo gol, e realizzando il secondo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy