Il Sassuolo finalizza, il Toro no: a Di Francesco il duello con Ventura

Il Sassuolo finalizza, il Toro no: a Di Francesco il duello con Ventura

Testa a testa / Ospiti più concreti e precisi nel passaggio finale. Per Glik e compagni ancora una rete incassata su palla inattiva

Ventura, Infortuni

Si è conclusa con una sconfitta interna la prima del Torino nel “nuovo” stadio, intitolato agli Invincibili: il ko tra le mura amiche porta con sé uno sgradevole senso di amaro in bocca, una delusione cocente quasi ad emblema dell’intera stagione. Come sempre, avevamo introdotto su queste colonne i testa a testa più avvincenti che questo incontro avrebbe messo in scena, e quello in panchina sembrava questa volta essere davvero intrigante: il duello tra Ventura e Di Francesco, tra saggezza ed esperienza e voglia di emergere ed innovazione, prometteva davvero spettacolo.

Di Francesco
Eusebio Di Francesco, tecnico del Sassuolo fresco di rinnovo

Non può che andare al tecnico ospite la vittoria di questa sfida a distanza: la prestazione dei ragazzi di Di Francesco si è rivelata superiore rispetto a quella offerta dai granata, probabilmente non soltanto per via dell’interpretazione tattica dei due tecnici ma tant’è. Per la verità la sfida non è stata dominata dagli ospiti, che tuttavia hanno surclassato Glik e compagni sotto un fondamentale punto di vista: il cinismo nella finalizzazione e la precisione. In più occasioni al Torino è mancato il passaggio finale ben calibrato, lo spunto vincente eseguito con tempi e spazi corretti: i neroverdi hanno invece dato prova di grande lucidità sotto porta, concretizzando di fatto quasi tutte le occasioni create.

il film della partita
Ventura con il presidente Cairo, prima del fischio d’inizio di Torino-Sassuolo

Altra nota assolutamente negativa, per dire la verità una costante di tutto il campionato ma confermata ancora una volta ieri: la marcatura avversaria subita da calcio da fermo. Il gol di Peluso, determinante perché valido per il momentaneo 2-1, è infatti arrivato su corner. Le palle inattive sono un vero e proprio incubo per i ragazzi di Ventura, per i quali l’anno scorso rappresentavano invece il maggior punto di forza: con quella incassata ieri sono quattordici le reti subita su palla inattiva, nessuno ha fatto peggio in Serie A. Una situazione che deve a questo punto per forza essere migliorata, considerando anche i saltatori a disposizione del Torino. Il Sassuolo passa tra le mura granata in virtù della maggiore precisione sotto porta, Di Francesco si aggiudica il duello tra tecnici.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy