Il Torino e il marchio di Mazzarri: la fase difensiva è sempre più solida

Il Torino e il marchio di Mazzarri: la fase difensiva è sempre più solida

Il punto / Dalla Bormiese al Nizza, la porta dei granata in questo precampionato è ancora inviolata: frutto di un lavoro capillare tipico del tenico toscano

di Federico Bosio, @fedebosio19

Non succedeva da quattro anni. Il Torino, a due settimane dal match di Coppa Italia che inaugurerà la prossima stagione, non ha ancora incassato nemmeno una rete negli incontri amichevoli disputati sino a questo momento. Un risultato da non sottolineare particolarmente, potrebbe sostenere qualcuno, visto il fatto che in Valtellina i granata hanno affrontato formazioni di calibro decisamente inferiore quali Bormiese, Pro Patria e Renate; ma anche ieri pomeriggio ad Alessandria, contro il Nizza, la porta di Salvatore Sirigu è rimasta inviolata. Ed aspettando gli ultimi due impegni di precampionato – contro Chapecoense e Liverpool – le statistiche raccontano che l’ultima volta che il Torino si affacciò agli impegni ufficiali con la rete blindata correva l’anno 2014.

Sulla panchina granata sedeva ancora Giampiero Ventura, ed il ritiro era stato caratterizzato da due blocchi di lavoro: a Bormio gli impegni contro i padroni di casa ed il Lecco e poi, dopo il match di qualificazione all’Europa League con il Brommapojkarna (vinto anch’esso mantenendo la rete inviolata), il triangolare di Mondovì contro Virtus Mondovì e Bra. Un Torino totalmente differente, ma la stessa attenzione alla fase difensiva. Indubbio infatti il lavoro di Walter Mazzarri sullo sfondo di questi dati: la difesa e più in generale la fase difensiva sono un marchio di fabbrica del tecnico toscano, che non a caso aveva chiesto al DS Petrachi – venendo accontentato, prima dell’infortunio di Bonifazi che è andato a sommarsi a quello di Lyanco – che il primo reparto ad essere completato fosse la retroguardia, di modo da poter lavorare sin dall’inizio del ritiro con l’impianto al completo.

Il Torino, Belotti e il significato di un buon precampionato

E questo Torino rispecchia le parole ed i desideri di Mazzarri: è una squadra che sa soffrire, solida, tignosa, dura da affrontare. Questo quanto dimostrato ieri pomeriggio contro un Nizza più avanti nella preparazione e sicuramente più propositivo, ma che i veri e principali pericoli alla porta difesa da Sirigu li ha creati attraverso due palle inattive. Un bilancio indicativo, il fatto che con la difesa schierata i granata si siano dimostrati difficili da scalfire ed aggirare, frutto del capillare lavoro del tecnico di San Vincenzo che ha sempre fatto dell’organizzazione difensiva il proprio marchio di fabbrica. Il Torino si avvicina all’inizio della stagione e, in attesa di due test ancor più probanti (in particolare quello di Anfield), lo fa mantenendo la propria porta inviolata e ritrovando certezze difensive: un punto di partenza fondamentale nell’ottica della solidità e del bilanciamento della squadra intera.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13963316 - 4 mesi fa

    altro che circo itinerante , questo “Toro” è un carrozzone di incompetenti e mediocri a partire dal presidente fino all’ultimo dei magazzinieri e calciatori…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Filadelfia - 4 mesi fa

      Magari il magazziniere teniamolo fuori …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Hagakure - 4 mesi fa

    Lo vedremo già alla prima di campionato la “solidità” della fase difensiva….!!!!!

    #siamoapostocosìhospesocinquantamilionil’attaccoèfantasmagoricoehobuonesensazioni.

    A volte penso che questa non è una società di calcio, bensi un circo itinerante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. AtomAnt - 4 mesi fa

    ieri presente..mie considerazioni:
    1) difesa da registrare, Sirigu ok ma 2 o 3 volte i francesi sono arrivati troppo facilmente a tiro dell’area (trlasciando l’errore individuale di Nkoulu ala fine che ci può purtroppo anche stare)
    2) Meite non mi è dispiaciuto per l’impegno ed il fisico ma è ancora un corpo estraneo…migliorerà col migliorare dell’intesa
    3) Rincon sempre molto falloso
    4) i carichi di lavoro si vedevano eccome…Baselli dopo 20 minuti aveva bisogno dell’ossigeno
    5) se già in “amichevole” il Gallo si prende tutte ste botte…meglio procurarsi una buona assicurazione o struire qualche difensore a restituirle moltiplicate per due
    6) odioso sentire tifosi del Toro che al primo passaggio sbagliato (da Izzo, peraltro) apostrofano il nostro giocatore dandogli del cogl…ne. Allo stadium dovrebbe ancora esserci posto.
    7) anche ieri bellissima la maratona itinerante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 5 mesi fa

    N’KOULU centrale a me nn piace , ha giocate imprevedibili ,che centralmente quando nn riescono , le paghi carissime.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LucioR - 4 mesi fa

      Infatti ieri a qualche minuto dalla fine abbiamo rischiato tantissimo per un suo svarione. Ed eravamo 11 contro 10.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13891419 - 5 mesi fa

    Ma non è che il Nizza era il Nizza Millefonti?? ahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13746076 - 5 mesi fa

    Vado controcorrente con molti commenti qui sopra. Se è vero che complessivamente in questo momento valiamo quanto la squadra dell’anno scorso ma è altrettanto vero che siamo più solidi e ben disposti in campo rispetto alla squadra di Miha. Non riconoscere questi punti significa essere in malafede. Le ns fortune le farà in positivo o negativo il Gallo. Cairo non c’entra nulla o meglio sarà il responsabile dell’ennesima incompiuta … anche a fronte di un allenatore che non sarà un genio ma sa mettere bene le squadre in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 5 mesi fa

      Si è passati da un atteggiamento iper offensivo ad uno difensivo , ma i giocatori sono sempre quelli , Burdisso/Izzo cambia poco , se si vuole migliorare sicuro devi sostituire almeno 2 titolari con giocatori di maggior valore, e forse sono anche pochi . Fino ad ora nn è stato fatto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13963277 - 5 mesi fa

    Come ho gia scritto, anche Cairo ieri ha visto un altra partita per avere “buone senzazioni”……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13946787 - 5 mesi fa

    Bosio che partirà hai visto ?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13946787 - 5 mesi fa

    incredibile , ma leggo bene ??? Qualcosa non torna Bosio che cazzo hai visto !!!????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. LucioR - 5 mesi fa

    Mah allora ho visto un’altra partita. Eppure avevano le divise del Toro. Quella che ho visto io era un tiro al piccione ed un centrocampo inesistente che non fa filtro e non imposta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LucioR - 5 mesi fa

      Migliori in campo: Sirigu e la traversa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Ho appena visto gli highlights. Ci hanno bombardato. Come si fa a elogiare la fase difensiva?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. steacs - 5 mesi fa

    Wow deve essere una buona cosa tenere la porta inviolata contro Bormiese e Pro Patria…

    Complimenti Federico Bosio per questo pezzo, avrá fatto un lavoro capillare come quello di Mazzarri per scriverlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. sylber68 - 5 mesi fa

    Ieri ho visto una squadra che se si salva è un miracolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Giankjc - 5 mesi fa

    Un modulo 532 con una seconda punta che non lo è e tre centrocampisti che sono tutt’altro che offensivi.
    Una qualità?
    Magari i raccattapalle saranno istruiti per non dare più il pallone sullo zero a zero e quest’anno applicherà le genialate di Maran spiato a Verona. Sarà una libidine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy