Il Toro a Roma con lo spauracchio Jimenez

Il Toro a Roma con lo spauracchio Jimenez

Per una volta Zaccheroni, dopo aver avuta tanta, a volte troppa, abbondanza di giocatori, contro la sua ex Lazio, avrà il problema opposto, ovvero come mettere insieme 11 titolari per cercare di fermare gli uomini del suo corregionale Delio Rossi. Buone notizie per Christian Abbiati che è completamente recuperato dal problema fisico di inizio settimana, ma la sua difesa conterà molte defezioni, a partire da…

Per una volta Zaccheroni, dopo aver avuta tanta, a volte troppa, abbondanza di giocatori, contro la sua ex Lazio, avrà il problema opposto, ovvero come mettere insieme 11 titolari per cercare di fermare gli uomini del suo corregionale Delio Rossi. Buone notizie per Christian Abbiati che è completamente recuperato dal problema fisico di inizio settimana, ma la sua difesa conterà molte defezioni, a partire da Cioffi che deve ancora scontare due turni di squalifica, così rimane difficile il recupero di Brevi, ma non si esclude il suo impiego all’ultimo momento. L’unica certezza è data da Ivan Franceschini, con lui potrebbe tornare titolare Pancaro, un altro ex di lusso che nella partitella mista di giovedì ha dimostrato, almeno nella grinta, di essere in forma.

Restano in piedi altre ipotesi, come quella legata all’esordio in granata di Cesare Bovo, in netto recupero, che potrebbe finalmente tornare in campo dopo mesi di stop. In alternativa restano Di Loreto e Ogbonna, quest’ultimo non ha affatto demeritato contro la Reggina per cui potrebbe ottenere una riconferma. Barone ce la può fare a recuperare, ma vista l’assenza certa di Comotto, squalificato, e l’incertezza legata ad Ardito, infortunatosi in settimana, probabilmente tornerà in campo De Ascentis. Sarà invece rimandato l’esordio di Coco, rimasto a Torino con Konan, più il terzo squalificato del gruppo Balestri. In attacco si attendono novità: con Lazetic e Rosina si potrebbero vedere insieme Muzzi e Abbruscato, ma non si esclude un ritorno all’antico, con Stellone unica punta. Schiattarella è il Primavera aggregato per Roma.

In casa Lazio si profila l’esordio di Jimenez che nel mercato di gennaio è riuscito finalmente ad approdare in biancazzurro dopo la lunga querelle estiva legata all’Arezzo. Il giocatore, che si ispira a Riquelme e Rui Costa, ha ammesso che la partita contro i granata non va affatto sottovalutata. Nel test infrasettimanale giocato contro il Giada Maccarese, la squadra di Delio Rossi si è imposta per 8-0 con una tripletta di Simone Inzaghi, più le reti di Ledesma, Pandev, Mauri, Tare e lo stesso Jimenez, proprio il giovane capitano della Nazionale cilena dovrebbe prendere il posto dell’ex granata belga congolese Mudingayi.

Le brutte notizie per Rossi arrivano dall’infermeria, oltre a Behrami e Peruzzi, si è fermato anche Goran Pandev. Il macedone ha un problema muscolare alla schiena, lo stesso che affligge Mudingayi, ma pare che il primo sia in grado di recuperare. Resta in dubbio per domenica Makinwa, il giocatore che in estate era stato in predicato di venire al Toro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy