Il Toro e la mentalità Mihajlovic: arma contro il Chievo, chiave per l’Europa

Il Toro e la mentalità Mihajlovic: arma contro il Chievo, chiave per l’Europa

Matchday / Il tecnico granata è stato chiaro: la qualificazione alle Coppe continentali passa da partite come queste, che vanno giocate con il giusto spirito

La solidità: è questa la qualità del Chievo che più teme Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino, che ha studiato a fondo le partite della squadra di Maran e ha individuato nella capacità di fare quadrato di Birsa e compagni la caratteristica da temere maggiormente per i suoi uomini. Un avversario che non disdegna di giocare – “Si comportano allo stesso modo in casa e fuori”, ha affermato ieri il tecnico serbo in conferenza stampa – ma che fa soprattutto della compattezza la sua qualità principale.

E Mihajlovic ha trovato nelle seconde palle la chiave per svoltare il match a proprio favore: un’occasione per rompere le linee avversarie, per cogliere in controtempo l’esperta retroguardia clivense. Un’occasione, in definitiva, per lanciare definitivamente il Toro nel novero delle candidate di chi l’Europa la segue non solo a parole, proprio nei giorni in cui due italiane su quattro quell’Europa la devono salutare già alla fase ai gironi. Perché anche su questo – come ormai d’abitudine – Mihajlovic è stato chiarissimo: per la qualificazione ai tornei continentali bisogna correre forte, perché quelle davanti non fanno regali a nessuno (e altre ancora puntano a rimontare da dietro).

FC Crotone v FC Torino - Serie A

“Ci sono stati pochi passi falsi” per le avversarie dirette, e non è lecito attendersene di più: la lotta per le posizioni che contano è una vera e propria maratona: non basta perderne una in meno, ma bisogna vincerne una in più, e questo è lo spirito che Mihajlovic sta instillando dentro i propri giocatori. Il tempo delle aste al ribasso, per il Torino, è finito, ora si compete per obiettivi diversi e la partita con il Chievo ne è il trampolino di lancio: un successo esalterebbe, un risultato deludente vanificherebbe la vittoria sofferta di Crotone, come il tecnico ha ammesso già dopo la trasferta in Calabria. I fatti ora attendono i granata al varco. Dare risposte è nel DNA di questa squadra, il Grande Torino sogna risposte che sappiano d’Europa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy