Il Toro frena a Modena

Il Toro frena a Modena

Battuta d’arresto del Toro nella rincorsa al terzo posto, ma solo sul piano del risultato. Il Modena centra la quarta vittoria consecutiva e, dopo una bella partita, si candida autorevolmente per giocare i play off. Si interrompe, dopo tre vittorie consecutive, la marcia dell’undici di De Biasi a cui non sorride solamente il risultato. L’intensità, la voglia e la cattiveria sono rimaste le stesse delle partite…

Battuta d’arresto del Toro nella rincorsa al terzo posto, ma solo sul piano del risultato. Il Modena centra la quarta vittoria consecutiva e, dopo una bella partita, si candida autorevolmente per giocare i play off. Si interrompe, dopo tre vittorie consecutive, la marcia dell’undici di De Biasi a cui non sorride solamente il risultato. L’intensità, la voglia e la cattiveria sono rimaste le stesse delle partite precedenti. E’ mancata, in difesa, un pizzico di attenzione e lucidità, come in attacco dove alla voglia di Abbruscato, Muzzi e Lazetic è venuta meno la verve di Ferrarese autore della peggior partita stagionale.

Match aperto e combattuto fin dalle prime battute, con una splendida cornice di un pubblico civile e appassionato. Il Modena si schiera con il 4-2-3-1 dove Tisci è il regista, Bucchi la punta e Giampaolo il fantasista. Il Toro risponde con il collaudato 4-4-1-1 dove Abbruscato svaria lungo tutto il fronte offensivo con Muzzi a sostegno. Al 5’ è Bucchi serve Graffiedi che tira sul primo palo e Taibi mette in angolo facilmente. Il Toro sfiora il gol al 12’ con un sinistro di Abbruscato che dà l’illusione del gol uscendo di un soffio. Al pressing alto del Toro nei primi 15’ segue, improvviso, il gol del Modena: una punizione di Bucchi dal limite viene deviata da Taibi sul palo e Graffiedi ribatte in rete da due passi con Orfei che subisce un contatto sospetto. Il Toro dopo il gol sembra un pugile suonato e fatica a ritrovare il filo della manovra: al 17’ in tuffo Giampaolo centra il palo I canarini di Pioli difendono bene e ripartono veloce in contropiede, al Toro manca lucidità negli ultimi metri e Ferrarese stenta a trovare la posizione. Lo schema più ricorrente è il cross dalla fascia, soprattutto destra, o il passaggio lungo per il post-play di Abbruscato che però fatica a prevalere sui centrali del Modena, di suo insidiosissimo sui calci piazzati. Il primo tempo si chiude con un Modena meritatamente in vantaggio dopo un match equilibrato, e con il Torino incapace di capitalizzare adeguatamente i calci d’angolo e il possesso palla.

Ripresa: Toro determinato e Rosina in campo fin dal 14’ al posto di un evanescente Ferrarese. Ma è il Modena che va vicino al raddoppio con Taibi che compie un miracolo su Graffiedi liberato in area da un colpo di astuzia di Tisci, bravo a battere velocemente una punizione. E’ poi lo stesso Tisci ad andare ancora vicino al gol, ma Balestri, con mestiere, libera. Il Toro non ci sta. Muzzi con un tiro dal limite da la sveglia (9’), ma è solo una sporadica fiammata: è il Modena a fare la partita e il Toro agisce in contropiede. Ammonito Perna per fallo sullo stesso Muzzi (10’). Comincia a farsi sentire il caldo e la stanchezza. De Biasi ridisegna nuovamente il Toro: Muzzi passa a sinistra con Rosina dietro Abbruscato e Lazetic a destra. Pioli sente profumo di vittoria e toglie Giampaolo, una mezzapunta, per Troiano, un difensore. Ci prova Balestri (14’) che centra il volto di Chiecchi da due passi su corner di Gallo. Ammonito Ardito (23’) per fallo su Campedelli. Al 26’ errore clamoroso di Muzzi che, solo, conclude a lato di testa su angolo di Rosina. Il Toro però è vivo e ci crede, guadagna campo e angoli. Fuori Ardito e dentro Stellone per la prima volta in campo contemporaneamente con Abbruscato e Muzzi. Rosina retrocede a centrocampo con Gallo per il 4-2-4 della disperazione. Pioli passa a 5 dietro con i due esterni pronti a scalare in fase d’attacco. Al 37’ Frezzolini smanaccia in corner una punizione di Rosina. Gallo lascia il posto a Edusei (38’) come contro il Bologna. Ed è subito gol: Stellone spizza per Abbruscato che coglie in contropiede la difesa modenese e fulmina con un missile Frezzolini. Ci crede il Toro e prova a cercare la giocata dei tre punti, soprattutto con Stellone, devastante nel gioco aereo ma è il Modena a passare a sorpresa con Asamoah che anticipa Orfei mettendo in rete un assist di Bucchi (91’). Il Toro non ci sta e Frezzolini toglie la palla del pareggio dalla testa di Stellone (93’). Messina, autore di un arbitraggio corretto quanto casalingo, fischia la fine. Il Toro, però, con questa voglia andrà lontano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy