Il Toro si gode Ola Aina: una crescita esponenziale con “vista” sul riscatto

Il Toro si gode Ola Aina: una crescita esponenziale con “vista” sul riscatto

Focus on / Nonostante il rientro dagli infortuni di Ansaldi e De Silvestri, il giocatore in prestito dal Chelsea si conferma titolare

di Roberto Bianco

Nel mese di dicembre Ola Aina sembra aver scalato le gerarchie della fascia destra granata. I numeri parlano di 887 minuti giocati in dodici gare per De Silvestri, contro i 1030 minuti in 14 partite racimolati dall’esterno in prestito dal Chelsea. Condizionato da alcuni problemi fisici nella prima parte di campionato, dopo aver vissuto il mese di novembre da titolare, l’esperto difensore laziale ha ceduto il posto nella ripresa della sfida casalinga contro il Genoa a Ola Aina, che si è poi preso una maglia da titolare nelle successive due partite, contro il Milan al Meazza e nel derby con la Juventus. Proprio la gara contro i rossoblù sembra essere lo spartiacque tra i due. De Silvestri parte dal primo minuto ma offre poco coraggio nell’affondare, mentre Aina, subentrato a inizio secondo tempo, mostra maggiore intraprendenza e prepotenza fisica.

Torino FC v ACF Fiorentina - Serie A

FIDUCIA – Di qui la scelta di Mazzarri di non privarsi della stellina di origini nigeriane neppure con il rientro a tempo pieno, sulla fascia opposta, di Cristian Ansaldi. A farne le spese è Lollo De Silvestri, escluso dal match contro i rossoneri e lasciato in panchina anche in una sfida così delicata come il derby della Mole. L’assenza dei due esterni titolari a inizio stagione ha costretto l’allenatore a gettare nella mischia il giovane talento giunto in prestito dal Chelsea, situazione che gli ha permesso di acquisire minutaggio e fiducia nei propri mezzi all’esordio assoluto in un campionato di massimo livello. A quattro mesi dall’inizio del campionato, Ola Aina non può più essere considerato un valido rincalzo sulle fasce in assenza di Ansaldi e De Silvestri, ma uno dei tre potenziali titolari, al netto delle alternative ad alto concentrato offensivo Berenguer-Parigini. Sabato, contro il Sassuolo, sapremo se Mazzarri lo confermerà per la terza partita di seguito sulla fascia destra, indizio che varrebbe a quel punto quanto una vera e propria prova.

Dal Sassuolo al Sassuolo: il 3-5-2 da esperimento a certezza

IL RISCATTO – Seguito dal Toro già nel 2016, ai tempi del primo Conte al Chelsea, Ola Aina è giunto a Torino il 12 agosto scorso. Prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni dal club londinese, squadra dove è cresciuto e che prima di lasciarlo partire gli ha rinnovato il contratto fino al 2021. Gettato fin dalla prima di campionato nella mischia a causa delle defezioni dei propri compagni di reparto, Aina mostra carattere e muscoli, velocità e concentrazione. La maturazione, al netto di alcuni peccati di gioventù, corre spedita. A pochi giorni dal Natale, per il gioiello del vivaio dei Blues – con cui Aina vince un campionato Under 21, due FA Cup di categoria e una Youth League, per poi confermarsi, nella passata stagione vissuta all’Hull City, miglior terzino della Championship inglese – il possibile riscatto da parte dei granata sembra essere sempre più promessa concreta.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luke69 - 4 mesi fa

    ..non verrà mai rscattato , costo troppo elevato per le casse, poi braccino proporrà 6 ml e il chelsea dirà no , arriverà qualcun altro che offrirà 8 ml e ce lo porterà via come accade da 14 anni a questa parte..sognatevi Ola Ina la prossima stagione con Noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 4 mesi fa

    da riscattare senza indugi
    queste sono le operazioni da fare, sui giovani di talento
    non sugli ex “campioni” emigrati in altri campionati e che rientrano con le idee confuse e con poca voglia…..
    sft

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granatadellabassa - 4 mesi fa

    Ola Aina ha potenzialità enormi ma anche molto da imparare riguardo le coperture difensive. Considerando la giovane età e il fatto che è al primo anno in Italia, lo riscatterei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 4 mesi fa

    Perché allora il Chelsea lo lascia andare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robert - 4 mesi fa

    Ola Aina è un giocatore da riscattare senza tentennamenti.E’veloce ,potente,salta facilmente l’avversario,ha cambio di passo,può giocare sulla fascia destra come sulla sinistra.Insomma un giocatore talentuoso e giovane che può diventare l’idolo dei tifosi granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 4 mesi fa

    Questa domenica è il momento di Parigini.
    Bisogna provare ad affondare di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata - 4 mesi fa

    Già così si può essere soddisfatti ma puo e deve crescere molto, molto di più. Dissi che ci avrebbe messo massimo un mese a prendersi la titolarità, ora aggiungo che quando imparerà i tempi giusti per entrare in area a tirare/crossare, beh , vedrete un giocatore da far invidia a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy