Il Toro si tappa la bocca

Il Toro si tappa la bocca

Come era prevedibile dopo il ritiro anticipato i giocatori hanno anche chiesto alla società di poter evitare di incontrare la stampa. La decisione è stata comunicata ai media a poche ore dalla prevista conferenza stampa con questo scarno comunicato:

Il Torino Football Club S.p.A. comunica di aver accettato la richiesta dei calciatori di entrare in silenzio stampa a tempo indeterminato: la decisione, presa dalla…

Come era prevedibile dopo il ritiro anticipato i giocatori hanno anche chiesto alla società di poter evitare di incontrare la stampa. La decisione è stata comunicata ai media a poche ore dalla prevista conferenza stampa con questo scarno comunicato:

Il Torino Football Club S.p.A. comunica di aver accettato la richiesta dei calciatori di entrare in silenzio stampa a tempo indeterminato: la decisione, presa dalla squadra in mattinata, è susseguente alla pubblicazione di notizie che essi escludono di aver dato ai giornalisti. Torino Football Club S.p.A.
E’ annullata dunque la conferenza stampa programmata per oggi, mentre è confermata quella nel primo pomeriggio di venerdì del tecnico Zaccheroni

Al momento è dunque difficile prevedere quanto durerà questo silenzio, che si spera sia foriero almeno di buoni risultati dal punto di vista sportivo. Solitamente questo tipo di decisioni viene preso ben prima della quinta sconfitta consecutiva e l’unica cosa che, a questo punto si può fare, è sperare che serva almeno a ritrovare la serenità persa e una maggiore coesione in campo. Inoltre non si può dimenticare la grande disponibilità mostrata sempre da parte dell’intera società verso tutti i media, un caso più unico che raro nel panorama calcistico dove la tendenza a chiudersi la bocca è solitamente ben più precoce. Una conferma indiretta, se si vuole, che le ricorrenti voci di una cessione del pacchetto di maggioranza della società sono totalmente destituite di fondamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy