Il trionfo di Spalletti

Il trionfo di Spalletti

Dopo tre finali di fila perse contro i nerazzurri (due in Coppa Italia ed una in Supercoppa) la Roma di Spalletti si rifà con gli interessi rifilando ben 6 reti alla squadra Campione d’Italia. I giallorossi hanno disputato una gara ad altissima intensità, soprattutto nel primo tempo, quando De Rossi e Pizarro hanno dominato la mediana ed il poker di giocatori d’attacco…

Commenta per primo!

Dopo tre finali di fila perse contro i nerazzurri (due in Coppa Italia ed una in Supercoppa) la Roma di Spalletti si rifà con gli interessi rifilando ben 6 reti alla squadra Campione d’Italia. I giallorossi hanno disputato una gara ad altissima intensità, soprattutto nel primo tempo, quando De Rossi e Pizarro hanno dominato la mediana ed il poker di giocatori d’attacco ha fatto ammattire il povero Toldo.
Totti ha aperto le marcature e giocato il resto della gara sul velluto, mentre Taddei, Mancini e Perrotta hanno tolto punti di riferimento alla difesa di Mancini grazie ad un movimento perpetuo abbinato ad una pregevole tecnica di base.

Superfluo dire che se domenica contro il Toro la Roma ripetesse la gara di ieri, per i granata sarebbe davvero difficilissimo tornare a casa con un risultato positivo.
Tuttavia è possibile che Spalletti in vista del ritorno in programma giovedì prossimo a Milano applichi un robusto turn over e schieri giocatori sinora poco utilizzati.
Curci dovrebbe tornare tra i pali dopo la buona prestazione di Palermo, sulle fasce in difesa dovrebbero trovare posto Cassetti a destra (con l’Inter impiegato per uno spezzone sull’altro lato) e Tonetto sulla sinistra con Ferrari e Chivu al centro, visto che Mexes ha dovuto lasciare il campo a gara in corso  per un infortunio.

A centrocampo De Rossi, parso in forma smagliante, sarà affiancato da Alberto Aquilani. E’ molto probabile, infatti, che Spalletti conceda a Pizarro (autore di un’ottima gara ma anche dello scellerato passaggio all’indietro costato il primo gol di Crespo) un turno di riposo.
Sulle fasce potrebbero rifiatare Mancini e Taddei (uscito esausto ieri) in favore di Wilhelmsson a desta e del poco utilizzato Tavano a sinistra. Perrotta dovrebbe essere confermato nel ruolo di guastatore centrale in assistenza di Totti, concentrato sulla conquista della Scarpa d’Oro per la quale è insidiato da Ruud Van Nistelrooy del Real Madrid. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy