Il veterano e il ragazzo

Il veterano e il ragazzo

di Roberto Maccario

 

Domani sera al “Castellani” Empoli e Torino si giocheranno una grossa fetta di serie A;  per le due squadre sarà importantissimo mantenere i nervi saldi ed avere una difesa solida e sicura. A guidare le rispettive retroguardie due stopper di grande qualità e affidabilità, uno più esperto mentre l’altro ancora ansioso di essere lanciato…

Commenta per primo!

di Roberto Maccario

 

Domani sera al “Castellani” Empoli e Torino si giocheranno una grossa fetta di serie A;  per le due squadre sarà importantissimo mantenere i nervi saldi ed avere una difesa solida e sicura. A guidare le rispettive retroguardie due stopper di grande qualità e affidabilità, uno più esperto mentre l’altro ancora ansioso di essere lanciato nel calcio che conta: Lorenzo Stovini e Angelo Ogbonna sono pronti per la loro notte da leoni.
 

 

LORENZO STOVINI
Fiorentino di nascita ha sempre dichiarato di avere come sogno quello di giocare con la maglia viola; purtroppo il destino lo ha sempre tenuto lontano dalla sua squadra del cuore ma gli ha consentito di vestire diverse casacche nella sua carriera, di disputare molte stagioni in serie A e di togliersi anche qualche bella soddisfazione.
Cresce calcisticamente nel vivaio della Roma e, sebbene non giochi mai nella squadra della capitale, il giallo e il rosso saranno colori importanti per lui: dopo quattro stagioni tra Vicenza( dove esordisce in A) e Reggio Calabria approda in quel di Lecce dove rimane dal 2001 al 2006; in seguito alla retrocessione dei salentini si accasa al Catania dove rimane per tre campionati. L’anno scorso arriva il ritorno nella sua Toscana con la maglia dell’Empoli dove il presidente Corsi lo sceglie per il ruolo di “chioccia” in grado, con la sua grande esperienza, di far crescere e maturare i tanti giovani presenti nella società biancoazzurra.
Nel torneo ancora in corso si è ritagliato uno spazio importante in una delle retroguardie meno battute della serie BWIN, dimostrando tutte le sue doti di stopper coriaceo ma anche piuttosto tecnico e mettendo a segno anche quattro reti.
Riportare l’Empoli di Alfredo Aglietti in serie A sarebbe una soddisfazione in più da aggiungere alla sua già lunga carriera, ma per farlo bisognerà superare proprio quel Toro a cui negli anni passati Lorenzo è stato più volte accostato.

NOME: LORENZO
COGNOME: STOVINI
NATO A: FIRENZE
DATA: 24/11/1976
PRESENZE STAGIONALI: 37
RETI STAGIONALI: 4

 

ANGELO OGBONNA
Fin da quando inizia a dare i primi calci con la maglia granata molti lo additano come un possibile campione; già da giovanissimo Angelone ha fisico, corsa, stacco di testa e senso dell’anticipo, tutte doti fondamentali per un difensore.
Dopo tutta la trafila con le giovanili del Toro arriva l’esordio in serie A nella stagione 2006/2007.
Dopo un anno di prestito a Crotone Ogbonna ritorna al club di Urbano Cairo: le qualità ci sono e sono indiscutibili ma continuano a intravedersi solo a sprazzi e nei due campionati in granata dal 2008 al 2010 lo stopper di origine nigeriana alterna grandi interventi a svarioni e giocate piuttosto goffe, forse frutto dell’inesperienza. Quest’anno però ecco la consacrazione definitiva: Angelo diventa un perno fondamentale della retroguardia granata che guida con grande temperamento e grande sicurezza; ora manca solo la serie A.

NOME: ANGELO
COGNOME: OGBONNA
NATO A: CASSINO(FR)
DATA: 23/5/1988
PRESENZE STAGIONALI:31
RETI STAGIONALI:0

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy