Inter-Torino 0-0, barricata granata

Inter-Torino 0-0, barricata granata

Primo tempo a San Siro / Neanche un tiro in porta da parte della formazione di Ventura: a Milano domina la noia. Che errore di Quagliarella nel finale

Inter e Torino, prima gara in questo girone di ritorno. Spalti semi-vuoti, granata schierati con il canonico 3-5-2, nel quale Ventura conferma Benassi in mediana e il tandem offensivo Quagliarella-Martinez.

LA DIFESA SCHIACCIATA – Rientra il capitano Kamil Glik, squalificato invece l’esterno brasiliano Bruno Peres. I nerazzurri alzano subito il ritmo, provando a passare in velocità dalle parti di Molinaro. Decisivi nei primi minuti i costanti raddoppio di Farnerud che aiutano, e non poco, l’ex Parma a stoppare gli attacchi avversari. Icardi, Palacio e gli altri trequartisti a supporto schiacciano con il passare dei minuti la squadra di Ventura che patisce ogni incursione. Tante conclusioni in porta, ma nessuna (o quasi) nello specchio difeso da Padelli. Al 31′ ci pensa Maksimovic, con una provvidenziale chiusura su Palacio, a togliere le castagne dal fuoco. E i granata respirano…

LA MEDIANA SPEZZATA – Il centrocampo fa buona guardia, ma con lo svedese Farnerud costretto ad arretrare, il Toro perde qualcosa in proiezione offensiva. Quando il Principe di Svezia riesce a sganciarsi, però, la difesa nerazzurra patisce. Benassi, in comproprietà tra i due club, non delude e con Darmian blinda la corsia di destra. L’azzurro però sbaglia un disimpegno al 10′, favorendo l’incursione di Guarin: la conclusione del colombiano lambisce l’incrocio. I nerazzurri non mollano un centimetro e continuano a spingere, costringendo la squadra di Ventura a barricarsi nella propria metà campo.

ATTEGGIAMENTO DA RIVEDERE IN AVANTI – Martinez quando può parte in sempre in velocità, attirando su di sè i difensori di Mancini, aprendo gli spazi per i compagni. Ma gli inserimenti non ci sono e con Quagliarella l’intesa non sembra perfetta. L’atteggiamento offensivo appare da rivedere, perchè in questa prima frazione i granata non sono mai apparsi incisivi. Dopo 35 minuti il computo dei tiri verso Handanovi? segna un impietoso zero spaccato. Nel finale, in azione di contropiede, tre contro due, Darmian mette in mezzo un pallone delizioso. Ma Quagliarella anziché calciare, fa un velo in favore di Martinez e l’azione sfuma.

Nella ripresa, con l’Inter già obbligata a sostituire il centrale Andreolli, causa infortunio, il Torino dovrà necessariamente cambiare marcia. Perché abbassando troppo il baricentro, il rischio di subire una sconfitta, sarà ancor più alto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy