Inter-Torino 2-1: Belotti non basta, Icardi castiga un Toro disattento

Inter-Torino 2-1: Belotti non basta, Icardi castiga un Toro disattento

Finale dal Meazza / Il Gallo illude, ma i nerazzurri hanno troppe occasioni pulite

34 commenti

Il primo tempo è stato quasi del tutto regalato agli avversari: servono rimedi e servono subito e Mihajlovic non ci pensa due volte. Al rientro dagli spogliatoi Maxi Lopez è in campo, si accomoda in panchina Iago Falque, sovrastato dallo strapotere fisico della difesa nerazzurra. Ljajic si accentra e va a fare il trequartista.

Il cambio non sembra impensierire troppo l’Inter che al quarto vanno vicinissimi al raddoppio con una conclusione di Brozovic piazzata sul palo lungo che spaventa Hart e Maratona itinerante. Due minuti dopo i padroni di casa vanno in difficoltà su una bella incursione di Ljajc che serve Maxi Lopez al limite dell’area. Il biondo attaccante ha il tempo di girarsi e lanciare Barreca sulla sinistra. Il cross del giovane terzino non trova però compagni pronti a intervenire.

Al decimo della ripresa un’azione insistita dei nerazzurri porta ancora una volta al tiro Eder, mira ancora sballata. Il Toro si rivede dalle parti di Handanovic, ma la maggior grinta dei granata non porta comunque a conclusioni. Riparte bene invece la squadra di De Boer, che ora però attende Belotti e compagni.
Al 16esimo Maxi Lopez reclama per un fallo da rigore da parte di Miranda. La trattenuta sembra netta, ma Massa non fischia. Un minuto dopo cambia il match. Brozovic impegna severamente Hart che risponde bene. Sul rinvio del portiere inglese si scontrano Ansaldi e Murillo, ne approfitta Belotti che entra in area palla al piede e scaglia tutta la propria rabbia sotto la traversa. Il missile vale il pareggio.

MILAN, ITALY - OCTOBER 26:  (R) Andrea Belotti of FC Torino celebrates his first goal during the Serie A match between FC Internazionale and FC Torino at Stadio Giuseppe Meazza on October 26, 2016 in Milan, Italy.  (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)
MILAN, ITALY – OCTOBER 26: (R) Andrea Belotti of FC Torino celebrates his first goal during the Serie A match between FC Internazionale and FC Torino at Stadio Giuseppe Meazza on October 26, 2016 in Milan, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

Inter sfortunata al 21esimo: Candreva sulla destra scodella per Icardi sul secondo palo, sponda di testa per Brozovic che ad un metro dalla porta centra la schiena di Moretti. Occasione incredibile.
La partita è viva, con frequenti fiammate da entrambe le parti e cambi di gioco, ma sono i meneghini ad avere le chance più ghiotte. Ne capita un’altra sui piedi di Candreva al 27esimo, ma il destro rasoterra dell’ex Lazio è ben controllato da Hart che blocca in due tempi. Un minuto dopo è ancora lui ad avere sulla testa la palla del nuovo vantaggio, ma disturbato da Moretti non inquadra la porta da due passi.

Subito dopo la mezz’ora succede di tutto. Prima Handanovic sbaglia il rinvio e regala palla a Maxi Lopez che non riesce però a servire Ljajic in corsa, poi Rossettini salva con una scivolata disperata su Icardi a botta sicura.
A 40esimo prima conclude alto Valdifiori, immediatamente dopo Hart raccoglie il destro di Candreva. Centoventi secondi dopo ecco il bomber. Icardi riceve dalla sinistra. Rossettini gli permette di girarsi, destro al fulmicotone, Hart vola, ma nulla può. Inter ancora avanti.

Si infortuna Ljajic che va diretto negli spogliatoi, ma Mihajlovic non ha più cambi e il Toro resta in dieci. Tre i minuti di recupero. Il Toro ci prova fino all’ultimo, sale anche Hart sull’ultimo corner, ma non cambia più il risultato. Granata sconfitti, troppe lacune difensive.

34 commenti

34 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 1 mese fa

    Si, prima o poi la sconfitta sarebbe arrivata.
    Eccola, e fa male per come è maturata, per come la Squadra ha giocato, anzi non giocato.
    Ho sentito l’intervista al Mister, onesta e chiara: il Toro deve giocare da Toro.
    Altrimenti sono guai.
    Speriamo sia servita, e adesso pronti a ripartire con il piglio giusto!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 1 mese fa

    Come ho scritto alla fine del primo tempo, questa partita , dopo l’esaltazione suscitata dalle 3 vittorie, deve far capire quali sono gli evidenti limiti della squadra e spingere chi di dovere a completarla in futuro, visto che non si è fatto in estate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 1 mese fa

      Sì hai ragione, non si possono perdere contemporaneamente i tre migliori difensori e non pagare dazio. Lì dietro sono guai e non si riesce sempre a mascherarli con i goal degli attaccanti. Anche a centrocampo troppe cose non vanno, lo stesso Valdifiori mi sembra che abbia poca personalità. Oggi ha sbagliato tutti i lanci lunghi e i compagni non lo considerano ancora (come dovrebbe essere) un punto di riferimento per far ripartire rapidamente e con precisione la manovra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giova - 1 mese fa

    Finalmente i gufi possono riaprire le ali…dopo un mese in cui hanno dovuto stare in silenzio..avanti, si parla già di serie B?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 1 mese fa

      I gufi, come li chiami tu, forse sono solo un po’ più realisti e prudenti e non c’è nessuno che parli di serie b, ma semplicemente, prima di esaltarsi, si aspettano conferme e continuità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 1 mese fa

        Mah, perdere 1 partita su 5 non mi pare che sia sinonimo di ” non continuità “, potrebbe anche rappresentare uno scivolone non credi?
        E poi ho l’impressione ( purtroppo solo tale e che non potrà comunque venire suffragata dai fatti) che oggi a San Siro non sarebbe passato nessuno.
        Ripeto è solo un’impressione personale, indipendente dai nostri demeriti .
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 1 mese fa

          Martedì, rispondendo ad un tifoso entusiasta che prevedeva un trionfo a Milano, intendevo dire proprio questo, considerando che ll’Inll’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. miele - 1 mese fa

            Cerco di completare: l’Inter veniva da 3 sconfitte consecutive e noi avevamo vinto le ultime due partite a Milano. Le probabilità di vittoria erano tutte per l’Inter a prescindere dai valori in campo.

            Mi piace Non mi piace
          2. Alberto Fava - 1 mese fa

            Anch’io ci speravo, visto come stavano andando le cose, ed anch’io ( come quel Tifoso di martedì che dici) sono un’entusiasta di questo Toro e del ” manico che lo guida” era ora!
            Quanto poi al vedere lo cose con raziocinio, ci sta il discorso sulla scarsa probabilità di far male ad una delle cosiddette ” protette” quando sono in seria difficoltà, questo ormai l’abbiamo capito tutti.
            Quello che scrive Giova sopra ( a cui mi associo) esprime l’amarezza con la quale si riscontra lo sparire dei soliti pessimisti ( che lui chiama gufi) quando le cose vanno bene, ed il loro riapparire non appena qualcosa va storto, tipo ieri.
            Penso che questa osservazione non ti riguardi, come abbiamo già avuto modo di discuterne, per mei tu non sei un “gufo” da come scrivi, ma dai piuttosto l’impressione di possedere un sano realismo, a volte fin troppo per i miei gusti, ma tu ci sei sempre: nel bene e nel male, appunto come ieri.
            Ciao e sempre FVCG

            Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 1 mese fa

        Agli orbi puoi provare a mettere gli occhiali, ma difficilmente arrivano a 10/10imi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pazko - 1 mese fa

    Sull’ 1a1 non tolgo Obi, tolgo Ljaic (fumoso e basta) e metto Baselli, o , meglio Vives, e porto a casa il pareggio .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 1 mese fa

      Se rimpiangiamo Vives vuol dire che siamo proprio alla frutta. Questa squadra, come ha detto Miha a Sky, non ha le palle. In difesa, poi, fa paura (portiere compreso).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tenente Sheridan - 1 mese fa

        Esatto. Difesa da paura, portiere compreso.

        Se ci fosse stato Padelli anzichè Hart, l’avrebbero crocifisso sul campo dopo il fischio finale.

        P.S.: e non menatemi il torrone sul fatto che difendo Padelli, perchè io Padelli non lo posso vedere nemmeno dipinto…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 1 mese fa

        La difesa fa paura perché non si è voluto prendere gente forte e di livello ma solo rincalzi da squadre che l anno prima hanno subito caterve di gol, mentre si sono incamerati 40 milioni di euro dopo aver smontato la difesa. E meno male che castan… Ma io aspetto cairo a gennaio e vediamo quali sono le sue mire. Se non prendono un centrale di livello vuol dire che di andare in europa non gliene frega nulla. Così un altr anno ricomincia con le plusvalenze

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tenente Sheridan - 1 mese fa

      Obi è stato sostituito per crampi.

      E se hai notato Sinisa lo ha quasi mandato a cagare perchè non è possibile che un giocatore “fresco”, che ha giocato pochissimo, possa avere i crampi alla prima partita giocata dall’inizio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Ma sono cinque anni che obi fa cagare… Altrimenti col cazzo che l inter c’è lo dava

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone - 1 mese fa

      Le 3 punte a Milano con l’Inter non ce le possiamo ancora permettere.
      Dopo l’inguardabile primo tempo bisognava assolutamente passare ad un più equilibrato 4-4-2 togliendo ljajic, oggi veramente indisponente, x un centrocampista come benassi.
      Un 4-4-2 con il gallo e maxi e cmq un attacco di tutto rispetto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 1 mese fa

    Gli errori individuali puntualmente li paghiamo sempre. Da questo punto di vista non siamo fortunati, poi di perdere a San Siro ci può anche stare. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mirafiori64 - 1 mese fa

    ljalic è il classico giocatore che gioca una partita su dieci e le altre nove ti lascia a piedi !!!! lo aspetto ancora qualche partita, se continua così ne puo andare a fanc….. meglio boye

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. gantonaz64 - 1 mese fa

    Si torna con i piedi perterra.
    Dietro pigliamo troppi gol e lasciamo troppe occasioni.
    Resuscitare i morti e’ la nostra specialita’.
    Icardi non segnava da una vita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Pigliamo troppi gol per il tipo di gioco che facciamo e perché come volevasi dimostrare siamo senza centrali di difesa. Vero cairo???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. mirafiori64 - 1 mese fa

    con obi e acqah toro più arido ma patisce meno, nel primo tempo l’inter ha fatto due tiri da fuori e la mezza cappella di hart, nel secondo noi meglio ma abbiamo patito di più, ai punti meritava l’inter, noi troppo sbilanciati, contro squadre più forti di noi bisogna essere più umili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FVCG'59 - 1 mese fa

    Partitaccia: iniziata male, finita peggio…
    Senza determinazione, privi dello spirito Toro che avevano fatto ultimamente vedere: inspiegabile passo indietro.
    Da ricordare e salvare solo Rossettini, Barreca e un Gallo mai domo.
    Testa bassa, umiltà e lavorare sodo per rimettere in sesto la squadra:FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Per me rossettini può fare solo quello che fatto.. Cagare!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FVCG'59 - 1 mese fa

        No: quello è Ljajic, come dice il ns mister dalla lingua sciolte e cervello spento…
        Ribadisco, Rossettini ha fatto una bella prestazione, Sorry.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          Se non avessimo avuto castan è barreca, col cavolo che vincevamo con la Roma è la fiorentina

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Placebo75 - 1 mese fa

    Che dire…. il divario tecnico c’è ed è evidente. Dopo un primo tempo in cui non siamo scesi in campo nel secondo, con anche l’innesto di B&B a centrocampo, siamo migliorati. Non mi dispiace il modulo con Adem dietro alle 2 punte. Concediamo sempre troppe palle gol. Bene Rossettini. Rigore su Maxi grande come una casa. Non ho capito perchè Adem ci ha lasciati in 10, piuttosto resta in campo pure zoppo. Sicuramente meno pimpanti delle altre volte. A tratti siamo un po’ sembrati la vittima designata nell’Inter-day. Il potenziale indubbiamente c’è, ma per il salto di qualità mancano 2-3 cosucce non da poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Per me rossettini moretti bovo e ajeti in una squadra che ambisce alla El possono fare solo le riserve

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fabius - 1 mese fa

    Inconsistenti davanti, fragili dietro stasera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mazede70 - 1 mese fa

    presi a pallonate !! 2-1 é un risultato piuttosto stretto !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jon1_405 - 1 mese fa

      ahahah ma dove? regalati due gol dai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mazede70 - 1 mese fa

        il primo di sicuro, il secondo meno,icardi fa una bella giocata sull abboccante Rossettini che stasera ne ha negate due di reti, che assieme a quella di Moretti fanno tre… poi, fate voi !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROSEMPRE - 1 mese fa

      … L’hai vista su Inter Channel ? Il rigore c’era di brutto !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROSEMPRE - 1 mese fa

        Un gollonzo ed uno davvero bello…certo che se Rossettini lo lascia girare quello mica perdona…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy