Inter-Torino 3-0

Inter-Torino 3-0

Finisce questo campionato difficile per il Toro con una sconfitta al Meazza contro l’Inter, che ora può cominciare la festa scudetto. Il risultato era praticamente scontato alla vigilia, i granata, ormai in vacanza, hanno tentato di mettere in difficoltà i campioni d’Italia, ma non ci sono mai riusciti. Da segnalare che due delle reti nerazzurre sono state siglate su calcio di rigore, il primo su un fallo dubbio di…

Finisce questo campionato difficile per il Toro con una sconfitta al Meazza contro l’Inter, che ora può cominciare la festa scudetto. Il risultato era praticamente scontato alla vigilia, i granata, ormai in vacanza, hanno tentato di mettere in difficoltà i campioni d’Italia, ma non ci sono mai riusciti. Da segnalare che due delle reti nerazzurre sono state siglate su calcio di rigore, il primo su un fallo dubbio di Taibi su Gonzales. Muzzi ha giocato un buon match dimostrando di poter reggere ancora novanta minuti, qualche lampo di fantasia da parte di Rosina, bene anche Comotto.

Questa la classifica finale della serie A: 97 Inter, 75 Roma, 62 Lazio, 61 Milan, 58 Fiorentina, Palermo, 54 Empoli, 50 Atalanta, 49 Sampdoria, 46 Udinese, 43 Livorno, 42 Parma, 41 Catania, 40 Torino, Cagliari, Siena, Reggina, 39 Chievo, 26 Messina, 27 Ascoli.

CRONACA SECONDO TEMPO

Al 47′ Orsato fischia la fine del match con la vittoria interista per 3-0. Il Chievo è la terza squadra a retrocedere, raggiunge Messina e Ascoli.

Al 41′ Fontana si esibisce in due belle parate prima su Recoba e poi su Stankovic.

Terzo cambio anche per il Toro, al 39′ entra Abbruscato per Di Loreto. Vantaggio del Siena, ora è il Chievo in B.

Cambia ancora la corsa salvezza: pareggia la Lazio contro il Siena e ora sono i toscani ad essere in B. Raddoppia anche il Catania. Ormai la lotta salvezza è una questione tra Chievo e Siena.

Esce Figo per Solari, il portoghese lascia non solo l’Inter ma anche il calcio di alto livello. Standing ovation per lui, un campione che merita gli applausi da parte di tutto il mondo calcistico.

Al 25′ ci prova Comotto, il suo sinistro è di poco fuori.

Cambia la situazione di classifica in coda: raddoppia la Reggina contro il Milan, ma il Catania si porta in vantaggio sul Chievo e inguaia i veronesi, ora terz’ultimi.

Al 20′ altro calcio di rigore per l’Inter, fallo di Brevi su Gonzales. Il centravanti vuole battere lui il penalty ma alla fine lo tira Figo, acclamato a gran voce dal pubblico. Nel frattempo Taibi lascia il posto a Jimmy Fontana che fa così il suo esordio stagionale in serie A.

Non perdona l’Inter e Maicon raddoppia con un gol strepitoso al 15′.

Al 12′ un bel tacco di Barone cerca di smarcare Muzzi, il quale non si avvede del tocco pregiato del compagno e il Toro sciupa una buona occasione.

All’8′ ci prova Rosina su punizione, bello il suo tiro che lambisce l’incrocio dei pali. Stupido il fallo del solito Materazzi su Barone.

Partiti per il secondo tempo, Martinelli in campo al posto di Ogbonna come previsto. Inter più aggressiva con Recoba al posto di Maxwell.

CRONACA PRIMO TEMPO

De Biasi alla fine dei primi 45′ non appare soddisfatto della prova dei suoi, soprattutto di Ogbonna, si sta scaldando infatti Martinelli pronto a subentrargli. Per il resto la partita è stata piacevole ma senza particolari azioni degne di nota. Il vantaggio nerazzurro è nato da un calcio di rigore fischiato in modo troppo fiscale da Orsato.

Orsato fischia la fine del primo tempo.

Sale la ola dei tifosi nerazzurri, ma i granata non si fanno intimorire e riescono a volte ad essere pericolosi nell’area avversaria.

Al 40′ ci prova il Toro con Di Loreto a beffare Toldo, ma il tiro è centrale e il portiere nerazzurro non ha problemi a far sua la palla leggermente deviata da un compagno.

Grande azione di Gonzales, salva Comotto al 29′, Taibi era già battuto.

Al 24′ si scaldano gli animi per una presunta gomitata di Materazzi su Comotto che resta a terra e poi viene addirittura ammonito.

Il Parma è in vantaggio per 2-0 contro l’Empoli, sempre 0-0 tra Chievo e Catania, segna il Siena su rigore contro la Lazio, 1-0. I toscani ora sarebbero salvi a scapito del Catania.

Al 16′ punizione per il Toro, ci prova Rosina, la palla esce di poco a lato del palo sinistro.

 

All’11’ Taibi atterra Gonzales, Orsato fischia il rigore a favore dei padroni di casa, decisione dubbia perchè il tocco del portiere granata è impercettibile. Materazzi segna il gol del vantaggio.

Al 10′ si supera ancora Taibi su un altro lancio di Figo.

Milan in svantaggio a Reggio, gli interisti esultano.

Al 7′ si fa vedere il Toro in avanti con una bella progressione di Rosina, Cambiasso lo ferma.

Taibi compie il suo primo intervento al 1′, già pericolosi i campioni d’Italia con Figo.

Orsato, arbitro che per la prima volta dirige sia il Toro che l’Inter, due le partite di A dirette finora, dà il via al match. Prima però un minuto di raccoglimento in ricordo del presidente del Rimini scomparso in settimana.

Stadio strapieno per festeggiare lo scudetto dell’Inter, vinto già da qualche settimana. Molti anche i tifosi granata al seguito. Moratti si siede in panchina a fianco di Mancini. Crespo si presenta in campo rapato.

 

Tabellino

Marcatori: 12’pt Materazzi (rig.), 15’st Maicon, 20’st Figo (rig.) (Inter)

Inter (4-4-2): Toldo; Maicon, Cordoba, Materazzi, Maxwell (Recoba), Stankovic, Zanetti, Cambiasso, Figo (Solari), Crespo, Mariano Gonzalez (Choutos). All. Roberto Mancini

Torino (4-1-4-1): Taibi (Fontana); Comotto, Brevi, Franceschini, Balestri, Di Loreto (Abbruscato), Ogbonna (Martinelli), De Ascentis, Barone, Rosina, Muzzi. All. Gianni De Biasi

Ammoniti: Comotto (Torino), Maicon (Inter)

Arbitro: Orsato (Schio)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy