Inter-Torino: anche i numeri incoronano la reazione granata

Inter-Torino: anche i numeri incoronano la reazione granata

Le statistiche / Non fosse per il possesso palla e i calci d’angolo, sarebbe stato una sorta di dominio: ma i granata sono soliti agire in contropiede

numeri

Torino ed Inter hanno terminato il match con il punteggio di 1-2 a favore dei granata che, dopo una buona reazione, sono riusciti a massimizzare gli sforzi ed ottenere tre punti importanti. La partita era tuttavia cominciata, se si vuole, nel modo assolutamente opposto, con i granata in svantaggio e confusionari in attacco: la ripresa ha cambiato i valori sul campo e ha permesso di vedere una partita totalmente diversa, con i giocatori del Toro più propositivi ed in grado di imbastire una buona azione che poi ha portato al pareggio. Anche i numeri evidenziano questo dato: il pallino del gioco è stato in mano all’Inter e, come di consueto, il Torino ha giocato sui contropiedi veloci, valorizzandoli.

POSSESSO PALLA – Il possesso palla è all’opposto del risultato, con i granata che hanno ottenuto solo il 41%, mentre i nerazzurri ben il 59%. Non è un dato strano per la squadra di Ventura, che è abituata a basarsi sulle ripartenze. Un altro dato a favore dell’Inter è il numero di calci d’angolo, classifica speciale nella quale i granata sono stati ampiamente superati, con 9 corner per i nerazzurri e 2 per i granata. Qua finiscono, però, i dati a favore della squadra di Mancini: tutto il resto è a favore degli uomini di Ventura che, in fin dei conti, non sono stati così male in campo.

numeri
Giuseppe Vives, il giocatore che ha recuperato più palloni nel match

TIRI – Per quanto riguarda il numero di tiri totalizzato dal Torino siamo a 12, esattamente il doppio di quello dell’Inter, che si è fermato a 6: non solo, nella statistica dei tiri in porta il divario tra granata e nerazzurri cresce di molto, con la squadra di Ventura a 7 conclusioni nello specchio e quella di Mancini a 2. Questo dato fa capire come il Toro sia emerso dopo un periodo di controllo dell’Inter. I granata hanno avuto più occasioni da gol, 10 contro le 7 dei nerazzurri, hanno preso un palo a differenza dei giocatori interisti, e hanno anche recuperato otto palloni in più degli avversari, arrivando a 24 contro i 16 dell’Inter. Infine, una nota di colore: Vives si è ancora distinto per il numero di palloni recuperati, arrivando fino a 6 (migliore di tutti).

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Placebo75 - 1 anno fa

    Lode lode lode ai tre punti, ma che sia ben chiaro che quello dell’Inter è stato un suicidio sportivo e noi abbiamo giocato solo i soliti 15 minuti accademici. Nulla di invariato sui giudizi precedentemente espressi. La (grande) notizia è che ogni tanto (tanto tanto) ci gira bene, nonostante non si faccia quasi nulla per vincere e la serie B si è decisamente allontanata. Vedo che Mr Verdura, dopo tante interviste ignobili, ora inizia a proclamare la volontà di incatenarsi alla panchina granata… si avvicina l’estate e inizia a far caldo. Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    A onor del vero finché eravamo 11 contro 11 i dati pendevano nettamente dalla parte dell’Inter, che tuttavia rigore a parte a tirato in porta la prima volta al 22esimo della ripresa.
    Partita strana e fortunata con 15 minuti giocati bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vezzefrem - 1 anno fa

    a me sembra che si sia fatta male da sola , solo dopo un rigore fasullo regalato a loro , e dopo il nostro regolare pareggio in 11 contro 11

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Scott - 1 anno fa

    Non mi piace questa euforia per una partita vinta giocando 45′ contro una squadra che si è fatta male da sola. Testa bassa e pedalare, la salvezza non è ancora raggiunta. Forza!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy