Inter-Torino, le probabili formazioni: torna Moretti, davanti favoriti i titolari

Inter-Torino, le probabili formazioni: torna Moretti, davanti favoriti i titolari

Le probabili formazioni / Mihajlovic effettua un po’ di turn over: dentro il difensore ex Valencia

8 commenti

Il Torino di Mihajlovic, domani sera alle 20.45, sarà impegnato nella trasferta di San Siro contro l’Inter di De Boer, il cui imperativo, come quello granata, è “vincere”. Il Torino potrebbe agguantare dei tre punti importanti, i quali sarebbero utili per fare il salto di qualità dal punto di vista della classifica, catapultandosi di fatto nelle zone d’élite della classifica. Per far fronte a questo turno infrasettimanale però, il tecnico serbo deve pur effettuare un minimo di turn over, soprattutto nel reparto arretrato. Intatto resterà invece il tridente offensivo, vista la grandezza dell’avversario: un’Inter indiavolata, affamata di punti.

PALERMO, ITALY - OCTOBER 17: Luca Rossettini (C) and Marco Benassi (R) of Torino hold off the challange from Oscar Hiljemark of Palermo during the Serie A match between US Citta di Palermo and FC Torino at Stadio Renzo Barbera on October 17, 2016 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
PALERMO, ITALY – OCTOBER 17: Luca Rossettini (C) and Marco Benassi (R) of Torino hold off the challange from Oscar Hiljemark of Palermo during the Serie A match between US Citta di Palermo and FC Torino at Stadio Renzo Barbera on October 17, 2016 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Tra i pali ci sarà il solito Joe Hart, dinanzi a lui invece, data l’assenza di Leandro Castan – out dalla lista convocati per un affaticamento muscolare –  Moretti, molto probabilmente, scenderà in campo dal 1′. Sul centro-destra, invece, sono tre i giocatori che lottano per due soli posti da titolare: Ajeti, Rossettini e Bovo, con quest’ultimo favorito sull’ex Bologna. Sulle fasce invece, è stato recuperato De Silvestri, il quale però, potrebbe sedersi nuovamente in panchina, dando spazio al solito Zappacosta, che, in questo avvio di stagione, “sfruttando” l’infortunio dell’ex Sampdoria, ha giocato e impressionato in positivo. Sicuro del posto di titolare anche Antonio Barreca, protagonista di ottime prestazione nelle ultime giornate di campionato, applaudito e amato di conseguenza dal proprio pubblico.

A centrocampo sicuri del posto anche Obi e Valdifiori, mentre il ballottagio si apre nel ruolo di mezzala destra tra Acquah e Benassi, con il primo favorito, per far respirare l’ex Inter, reduce dalla partita contro la Lazio di domenica. In attacco Mihajlovic sembra però preferire non effettuare il turn over, schierando il tridente titolare: Belotti sarà quindi affiancato da Ljajic e Iago Falque, al fine di non rischiare troppo contro una diretta rivale di alto livello, la quale al momento non sta vivendo un periodo felice, ma che domani sarà piena di rabbia e affamata di risultati. Il serbo dunque punterà molto sul solito tridente, il quale però, contro l’Udinese potrebbe riposare, a favore di Boyé e Martinez.

LA PROBABILE FORMAZIONE:

TORINO (4-3-3):Hart; Zappacosta, Bovo (Rossettini), Moretti, Barreca; Acquah, Valdifiori, Obi; Iago Falque, Belotti, Ljajic. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

 

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alexrunner - 1 mese fa

    Kan……la vendetta è un paitto che si consuma “freddo” non lento 😉 e di anni da quella finale ne sono passati purtroppo ben 23 e non 14….troppi e per la maggior parte troppo tristi ( io c’ero a Torino Venezia 0-4) …e mi piacerebbe togliermi ancora qualche soddisfazione prima di diventare vecchio e totalmente rincoglionito :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. KanYasuda - 1 mese fa

      alex…questo “detto” l’ho sentire dire in cento modi, sicuramente “freddo” ci sta meglio ma comunque si capiva lo stesso quello che volevo dire (la lentezza poi…raffredda il piatto e non il PAITTO). La finale poi la ricordo benissimo, era il maggio 1992 e come mi fai notare di anni ne sono passati veramente 24…ma quando cerchi di mandare un commento e lo riscrivi almeno per 4 volte ti capita prima o poi di sbagliare a schiacciare qualche tastino (l’1 e il 2 poi…sono attaccati). Alex non sono capace di usare le faccine,non pensare che l’ho presa male, ti scrivo sorridendo e ti mando un saluto…FORZA TOROOOO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. KanYasuda - 1 mese fa

    …dimenticavo una cosa che volevo dire al Sig. Frank de Boer. “Ricorda che la Vendetta è un pasto che si consuma…Lento”. Noi del Toro, queste cose le conosciamo molto bene. Domani, dopo 14 anni, ci riprenderemo la rivincita di quella Stramaledetta Finale che avete vinto(???) con un B…cio di C..lo della Mad…nna !!Quattro Legni presi ed un rigore non concesso,,,,ricordi ? Mi dispiace ma domani dopo la Sconfitta dovrai alzare anche il Culo da quella Panchina…Buona Fortuna…i miei Ossequi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. KanYasuda - 1 mese fa

    Sono molto contento per il possibile rientro da titolare di Moretti, calciatore che ho sempre stimato per la sua professionalità, per le sue qualità tecniche, la sua generosità, la sua costanza atletica, il suo attaccamento alla maglia, ma soprattutto per la sua umiltà e il lato Umano che lo contraddistingue; fosse stato per me lo avrei fatto Capitano già 2 anni fa(sapendo della partenza di Glik). Non dimentichiamoci poi che in sordina, è stato il Fulcro di quella Difesa tanto Osannata da quei “nostalgici” che poi loro stessi hanno messo sul Patibolo definendolo un “Vecchio arrivato”, uno “Spompato” e poco affidabile. Infrangere tutto quello che ha fatto per Noi a causa di uno sfortunato esordio anche con un nuovo Modulo difensivo ? Sputtanarlo così per uno sfortunatissimo tentativo non riuscito per pochissimo di spizzare con la testa un assist preso oltretutto anche in contropiede ? A me è dispiaciuto molto leggere tutte quelle cattiverie. Non è forse stato molto peggio prendere quel gol da un Corner contro la Lazio ? Lì, di sicuro, Moretti non avrebbe sbagliato proprio. Non dirò mai chi è meglio o chi è peggio (soprattutto se sono giocatori del Toro)ma secondo me, Moretti, dall’alto della sua esperienza e della sua invidiabile tenuta fisica, è un calciatore che può ancora darci molto. Buon rientro Emiliano , e FORZA TOROOOOOOOOOOOOOOOOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bertu62 - 1 mese fa

    A proposito di “diavolo”:
    Il MILAN “fenomenale” le ha buscate, ed anche forte, dal Genoa dei “peones”: 3-0 e zio fester-Galliani MUTO!!!! AHAHAHAHAHAHAHAHHA!!!!! Erano e restano una squadraccia, messa insieme alla belleemeglio in estate e con in tasca molti anzi TROPPI risultati farlocchi, ultimo quello contro la Rubentus….per bene, ma proprio bene bene che si possa dire, avrebbe meritato una classifica con 13 punti, altro che 19!!!! Comunque vedrete, più in su sono saliti per demeriti altrui, più in fretta e dolorosamente (per Loro) torneranno con le corna a terra!!!
    Noi invece domani sera dobbiamo solo andare lì e fare il nostro, fare quello che sappiamo fare: giocare a pallone!!! Se hanno vinto quelli del Hapoel Be’er Sheva per 2-0, pensate un Ljiajc col dente avvelenato con chi lo giudica un fallito! Pensate un Maxi Lopez che piglia a pallonate il Maurito che gli ha rubato la moglie!!!
    FATELI NERI!!!
    FATELI BLU!!!
    FATELI A PEZZI!!!
    2-0 E DE BOER A CASA!!!!!
    FVCG!!!
    SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Mtrxx - 1 mese fa

      haha – concordo e in primis ho pensato esattamente le stesse cose,
      va detto tuttavia che e’ una squadra piena di giovnai che potrebbe subire gli stessi alti e bassi del toro dell’anno scorso.. in ogni caso secondo me, per quello visto, gli possiamo stare tranquillamente davanti tutto l’anno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luna - 1 mese fa

    Moretti non male, meglio Rossettini a Bovo, un tempo per uno Belotti-Maxi.
    Forza ragazzi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. alextattoli@libero.it - 1 mese fa

    “Un’Inter indiavolata” è interessante… Scenderanno in campo con una divisa rosso nero azzurra ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy