Italia-Ucraina 1-1: panchina per Sirigu, gioca Donnarumma

Italia-Ucraina 1-1: panchina per Sirigu, gioca Donnarumma

Granata in Nazionale / Pareggio degli azzurri: a Bernardeschi risponde Malinovski

di Marco De Rito, @marcoderito
Cambia l’Italia ma la vittoria non arriva. Roberto Mancini stravolge la Nazionale ancora una volta, dopo le mancate convocazioni – a sorpresa- di Belotti e Balotelli, il commissario tecnico cambia otto giocatori rispetto all’undici titolare che ha affrontato il Portogallo a settembre. Tra questi nuovi inserimenti non figura quello di Salvatore Sirigu, l’ex allenatore dell’Inter preferisce il milanista Donnarumma e così il granata sta in panchina. Nessun giocatore del Torino quindi scende in campo, dato che Zaza è rientrato nel capoluogo piemontese anzitempo per un infortunio rimediato in allenamento lunedì.
Gli azzurri aggrediscono l’Ucraina e tengono il pallino del gioco per tutto il primo tempo. Manca solo il gol, negato dalle ottime parate di Pyatov. Toccante il momento del ricordo: al 43′ tutti uniti in campo e fuori per ricordare i 43 morti del ponte Morandi. Il vantaggio azzurro arriva comunque all’inizio del secondo tempo con Bernardeschi. Il bianconero prova una gran botta di sinistro dalla distanza e, grazie anche al campo bagnato, riesce a trafiggere il portiere ucraino. Dopo 6′, sugli sviluppi di un corner, c’è la sponda aerea di Burda, Malinovski si coordina e tira di sinistro al volo, non è una conclusione potente ma è angolatissima e Donnarumma, in ritardo, non riesce ad arrivarci. L’Italia prova a riagguantare il vantaggio ma non ci riesce: il match termina in parità. Al termine Mancini ha dichiarato: “Abbiamo fatto una buona partita, stasera meritiamo di segnare almeno due gol. Resta il rammarico per il risultato”. 
8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 2 settimane fa

    mi vien da dire ct mancini coadiuvato da raiola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. eddie_guerrer_886 - 2 settimane fa

    Ora sono necessarie, da chi di dovere, le scuse a Ventura. E’ stato dipinto come un distruttore e incompetente, ma la realtà è che in Italia c’è ben poco da salvare e per costruire qualcosa di nuovo non serve un presuntuoso come il Mancio (come giocatore non si discuteva, ma come allenatore …), ma serve un mister talentuoso e che non sia legato a nessun club dal quale attingere la maggior parte dei giocatori. Azzeriamo il calcio italiano e ricostruiamolo con fondamenta solide. Forza Italia e soprattutto FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Willbull75 - 2 settimane fa

    Beh a questo punto mi vien da dire che almeno Ventura qualche partita l’ha vinta…. e ho detto tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13974210 - 2 settimane fa

    Ho 45 anni e giuro….questa è la nazionale più scarsa che abbia mai visto…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

    Guarda caso all’Italia di ieri mancava un centravanti di ruolo. Abbiamo prodotto tanto gioco e anche in certi momenti bello ma nessuno di quei tre è una punta vera. Mancini fa esperimenti strani: insigne, chiesa e l’innamorato della palla sono tutti esterni. Speriamo che con la Polonia ci faccia vedere che idea ha per la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granata - 2 settimane fa

    Confermo il mio giudizio di ieri su Donnarumma e ,a questo punto, metterei Sirigu. Quel poco che c’era da fare lo avrebbe fatto sicuramente meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 2 settimane fa

    Non riesco a spiegarmi una cosa: come mai Insigne, ed anche Immobile, nelle loro squadre di club giocano, segnano e convincono, ma in Nazionale non riescono mai a “metterla dentro” ed a fare prestazioni altrettanto convincenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

      Perché evidentemente il nostro campionato è di una mediocrità imbarazzante..
      Noi spesso diciamo di Belotti che ha due piedi di marmo, invece immobile come li ha i piedi…????
      Vogliamo parlare di insigne???
      Bravino tecnicamente ma fa sempre le stesse cose che oramai anche i muri di casa nostra hanno imparato a memoria…Qualcuno mi violerebbe Dire che in un contesto del genere Belotti non può starci???? Suvvia..
      Su Donnarumma stendo un velo pietoso, il gol che stava prendendo su punizione, finita sulla teaversa, è da lega Pro..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy