Juve, Marotta: “Non ci saranno contraccolpi mentali contro il Torino”

Juve, Marotta: “Non ci saranno contraccolpi mentali contro il Torino”

Il dirigente bianconero dopo l’eliminazione: “Contro il Bayern arbitraggio imparziale. Sconfitta di buon auspicio per il Derby”

7 commenti

Una sconfitta che scotta, nella settimana che porta al derby della Mole. La Juventus esce dalla Champions, ma il dirigente Marotta assicura: “Abbiamo fatto una grande prestazione, con cuore, grinta e carattere. Abbiamo affrontato il Bayern nella propria metà campo, con grande abnegazione, con grande voglia di vincere. L’ambiente è più compatto di prima”.

Marotta prosegue: “Questi sono tutti elementi di buon auspicio anche per il proseguo del campionato, in particolar modo per il Derby di domenica. Archiviamo questa serata e gettiamocela alle spalle sebbene il rammarico sia tanto o ora pensiamo alla sfida contro i granata”.

Marotta conclude così la sua analisi: “L’arbitraggio non è stato del tutto imparziale, il calcio italiano andrebbe tutelato maggiormente. Detto questo sono sicuro che non ci saranno ripercussioni o crolli mentale per il derby contro il Toro”.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 1 anno fa

    L’unica speranza è che Allegri decida di mettere in porta “Occhio di Lince” Marotta… cosi ce la giochiamo alla pari!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PrivilegioGranata - 1 anno fa

    Caro Marotta (si fa per dire),
    bruciano gli errori arbitrali, vero?
    Quelli di cui beneficiate in italia, da un trentennio a questa parte, a scapito di tante squadre.
    Quelli ai danni del Toro, ad esempio, e in modo particolare nei derby.
    Dai gol fasulli di 3seghé alle espulsioni e ai rigori non dati, l’elenco è lungo, lunghissimo.
    Caro (si fa per dire) guercio,
    goditi il gol annullato a morata, senti il gusto che ha e il bruciore al cu_o che dà un gol beccato al 91° dopo aver cullato l’illusione di averla sfangata.
    Tutto torna alla fine: l’ingiustizia eletta a sistema nel recinto di casa, dove fate la voce grossa, si trasforma in europa nell’ennesima bruciante sconfitta.
    A testa alta, direte.
    Ma col culo nuovamente sfondato, questa volta dai crucchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Partiamo già svantaggiati, speriamo non ci siano contraccolpi arbitrali piuttosto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Pimpa - 1 anno fa

    Mah,non so da quale riserva si traggano queste dosi di ottimismo perché io,al contrario e indipendentemente dal fatto che la sconfitta di ieri sera un piccolo effetto sulle gambe e sul morale dei signorini ce l’avrà,credo che proprio la partita di ieri,che non ho visto ma della quale ho letto i commenti,dimostri a quale distanza siderale si trovino le due squadre l’una dall’altra.
    Poi,per carità,se ci vogliamo rifugiare dietro le frasi fatte,bene,ma pensare che una squadra di cialtroni come la nostra abbia qualche speranza di non uscire sconfitta dal derby,fa quasi tenerezza.
    La cruda verità è che noi non abbiamo niente che possa far male ai signorini,i quali,invece,per quanto stanchi e demoralizzati,sanno che non possono permettersi passi falsi se vogliono vincere ancora lo scudetto.
    Non so come la viviate voi questa vigilia;io la vivo quasi con fastidio e con estremo disinteresse e distacco.
    Questo stato d’animo mi sembra la cartina tornasole del disastro di questa annata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawda - 1 anno fa

      Ho visto i gobbi ieri sera e c’e’ stato piu’ di un momento in cui volevo spegnere per il nervoso per come giocavano, hanno fatto un primo tempo molto buono, con una enorme qualita’ ma anche con grandi responsabilita’ del Bayern. Anche io penso che il pronostico sia praticamente chiuso, la differenza di qualita’ tra le due squadre e’ enorme ma questa sconfitta la sentiranno e molto; noi dovremmo giocare come non abbiamo mai fatto quest’anno, non so se ne siamo capaci ma se non dovessero riuscire a sbloccarla nel primo tempo….
      Vero noi siamo in grande difficolta’, corriamo poco, pressiamo ancora meno, abbiamo un non gioco ripetivo ed inefficace ma forse perche’ ho visto derby in cui le differenze tecniche erano altrettanto siderali ma sul campo poi non si vedevano mi piace ricordare quello che diceva quello straordinario uomo e giocatore che era il mio idolo da ragazzo: Pulici “in campo si va sempre in undici ma noi siamo il Toro”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawda - 1 anno fa

    Nonostante le parole del barzellettiere Marotta gli brucia e tanto, erano sicuri di aver fatto l’impresa che nessuno credeva possibile ed essere raggiunti all’ultimo e poi prendere due sberloni nei supplementari lo sentiranno eccome nelle gambe e nella testa.
    Certo il Toro deve fare la partita dell’anno, quella che finora non ha mai fatto, ma se non riescono a sbloccarla nel primo tempo, se cominciano ad innervosirsi ulteriormente, allora qualche scenario non ipotizzabile fino a ieri si apre. Resta in ogni caso una partita dal pronostico molto chiuso, i gobbi visti nel primo tempo a Monaco sono tre spanne sopra di noi, ma una piccolissima fiammella si e’ accesa con la speranza che domenica possa crescere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Clozza - 1 anno fa

    Speriamo di darvelo noi il contraccolpo psicologico domenica (la vedo molto dura) ma da “granata dentro” vi dico massacriamoli quello si’ che abbatterebbe chiunque…i gobbi pensavano gia’ al triplete.Forza toro comunque vada.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy