Kamil Glik: il Torino ha bisogno del suo capitano, finora sotto tono

Kamil Glik: il Torino ha bisogno del suo capitano, finora sotto tono

Focus on / Neanche il polacco sta rendendo come potrebbe: la scossa deve arrivare proprio dai leader, per risollevarsi

5 commenti
probabili formazioni

Dopo uno stupendo avvio di stagione il Torino ha subito una brutta involuzione in particolare a livello di risultati, che ha portato la piazza dall’euforia alla preoccupazione e dalla quale i granata non sono ancora riusciti ad emergere. In particolare, dopo un periodo caratterizzato da impegni più complicati ci si aspettava che nelle recenti partite i ragazzi di Ventura si riscattassero ottenendo punti importanti contro avversari decisamente meno ostici di quelli affrontati precedentemente, ma così non è purtroppo stato. La crisi del Torino coinvolge fondamentalmente tutti i giocatori della rosa, sono veramente pochi gli elementi che si salvano da questo calo complessivo: anche Kamil Glik è rimasto risucchiato in questo periodo di forma decisamente inferiore alle aspettative.

Glik Torino inter
Il tremendismo negli occhi di Glik: il Torino ha bisogno del suo capitano

Pur non essendo uno dei granata più sotto tono, il capitano non sta certo rendendo secondo i suoi standard classici: non se ne fa un discorso di cinismo sotto porta nonostante nella passata stagione il polacco rappresentasse un pericolo costante sui calci piazzati e in questo campionato sia ancora a secco, poiché segnare non è il suo mestiere ed era evidente che il numero realizzativo del passato campionato sarebbe stato ineguagliabile. Il calo riguarda proprio le prestazioni, la sicurezza offerta alla squadra e le scelte prese sul terreno di gioco: pur venendo ancora riconosciuto come leader e pilastro dai compagni, Glik nel corso di questa annata ha commesso più volte errori ed in generale non sembra rispecchiare il “muro polacco” che era diventato nel corso delle precedenti stagioni. Qualche uscita a vuoto al limite dell’area, marcature talvolta larghe e falli evitabili, sommati ai lanci lunghi occasionalmente cercati ma spesso fuori misura: anche il polacco non sta decisamente vivendo il suo miglior periodo da quando indossa la casacca granata.

Glik, Derby, Juventus-Torino
Il polacco ringrazia la Maratona itinerante al termine del Derby di Coppa

Proprio in questi momenti però si vedono i veri leader, in campo e fuori: come detto i compagni e Ventura non mettono in discussione l’autorità e l’esperienza del numero 25, che deve essere uno dei primi a dare un segnale di riscossa importante. Per uscire dalla crisi, il Torino ha bisogno di grinta e determinazione, qualità insite nel suo capitano: Glik deve tracciare, insieme con gli altri senatori, il sentire da seguire per risollevarsi nel minor tempo possibile. Tornare ai suoi livelli per aiutare non solamente sé stesso ma tutta la squadra ed anche, di riflesso, la piazza: il cambio di passo comincia dal capitano, il Torino aspetta il miglior Kamil Glik.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Theblizzard - 2 anni fa

    Aggiungiamo che tutto sommato è un giocatore modesto che ha avuto un anno di grazia nel 2015.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granata - 2 anni fa

    Capitano mio capitano torna torna li proprio lì nel mezzo della tua difesa.Glik ma che cavolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robi - 2 anni fa

    Vero … E poi mai due parole per spiegare certe prestazioni imbarazzanti … In fondo lui è il capitano e dovrebbe metterci la faccia .. Sempre. Ulteriore grande delusione … Ma d’altra parte questo non è il toro … Quindi non si può pretendere nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Vi ricordo che quest’anno ci sono gli europei ed è noto che di solito chi è sicuro di andarci tende a risparmiarsi, poi mettiamoci il sapere che nonostante sia stato prolungato il contratto uno è libero di andare quando gli pare dove vuole, sono tutte cose che destabilizzano il giocatore, probabilmente di Darmian c’è ne uno solo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

      Stavo scrivendo più o meno le stesse cose.
      Ci vorrebbero 11 Calciatori con la testa di Darmian, ma non ne abbiamo nemmeno uno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy