L’Ascoli non si arrende

L’Ascoli non si arrende

L’Ascoli non è ancora matematicamente retrocesso. Il pareggio di ieri per 3-3 sul neutro di Verona contro il Catania ha dimostrato che la squadra di Sonetti, nonostante la salvezza resti un sogno praticamente impossibile da realizzare, conserva intatta la voglia di fare bene e mettere in difficoltà gli avversari.
I marchigiani hanno impegnato duramente la…

Commenta per primo!

L’Ascoli non è ancora matematicamente retrocesso. Il pareggio di ieri per 3-3 sul neutro di Verona contro il Catania ha dimostrato che la squadra di Sonetti, nonostante la salvezza resti un sogno praticamente impossibile da realizzare, conserva intatta la voglia di fare bene e mettere in difficoltà gli avversari.
I marchigiani hanno impegnato duramente la squadra di Marino tanto che a metà secondo tempo si sono trovati in vantaggio di due reti, senza però riuscire a gestire il risultato. Per i bianconeri sono andati a segno Boudianski che su punizione ha impattato l’iniziale vantaggio di Mascara, Perrulli e Zanetti, i quali hanno colpito nel giro di tre minuti ad inizio ripresa.

Il Catania ha reagito ed è pervenuto al pareggio grazie ai gol di Caserta e Spinesi (ancora una volta su calcio di rigore dubbio). Negli ultimi minuti gli ascolani hanno sfiorato il colpaccio con un destro a giro di Soncin terminato sul palo.
A fine partita il centrocampista Zanetti ha dichiarato: “E’ un peccato vedere l’Ascoli in questa posizione. Cercheremo di onorare al massimo il campionato per i nostri tifosi che non ci hanno mai abbandonato”.
Tale dichiarazione conferma come la squadra di Sonetti non si presenterà a Torino battuta in partenza ma darà battaglia avendo poco o nulla da perdere.

I bianconeri recupereranno gli squalificati Minieri e Bonanni, i quali dovrebbero partire dalla panchina. Restano invece infortunati e quindi indisponibili Di Biagio, Bjelanovic e Foglio.
L’ossatura della squadra che affronterà i granata dovrebbe ricalcare quella schierata ieri con il probabile rientro dal primo minuto di Soncin mentre Fini potrebbe dare forfait.
Conferme per Lombardi in difesa e Giampà a centrocampo, schierato sulla destra, in linea con Zanetti, Boudianski e Pesce.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy