La chiave tattica

La chiave tattica

di Edoardo Blandino

 

Come fermare il Torino? È questa la domanda che Dal Canto si è posto all’indomani della vittoria sofferta e cruciale in pieno recupero contro il Livorno. Come battere una squadra con un organico da Serie A? Il mister dei biancoscudati ha guardato filmati su filmati della squadra di mister Lerda e poi ha deciso: bloccare le fasce. 

Ecco dunque che ha messo in…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

 

Come fermare il Torino? È questa la domanda che Dal Canto si è posto all’indomani della vittoria sofferta e cruciale in pieno recupero contro il Livorno. Come battere una squadra con un organico da Serie A? Il mister dei biancoscudati ha guardato filmati su filmati della squadra di mister Lerda e poi ha deciso: bloccare le fasce. 

Ecco dunque che ha messo in campo una formazione volta a fermare soprattutto gli esterni granata. Gabionetta da una parte e Sgrigna dall’altra hanno qualità tecniche superiori alla media e sono in grado di saltare il diretto avversario: mai lasciarli nell’uno-contro-uno. Questa è stata l’indicazione principale data da Dal Canto ai suoi uomini. In settimana il mister ha preparato con attenzione questi 90 minuti e ha chiesto ai suoi uomini grande sacrificio. 

Ecco dunque che Vantaggiato da una parte e De Paula dall’altra non hanno agito da veri e propri attaccanti esterni del classico 4-3-3, ma con spirito mourinhiano hanno dato molto aiuto in fase difensiva, tanto da spingere il mister veneto ad un elogio pubblico perchè non riteneva potessero essere così decisivi.

Ma allora perchè il Padova ha sofferto così tanto nella parte centrale del primo tempo? Lerda non ha schierato Sgrigna sull’esterno, ma lo ha posizionato centralmente, alle spalle di Bianchi. In quella posizione, subito dietro la linea mediana avversaria, ma ben distante dalla retroguardia padovana, il fantasista granata godeva di una certa libertà e poteva ricevere palla senza eccessivo pressing, così da iniziare l’azione senza essere costantemente spalle alla porta o avendo, comunque, il tempo necessario per girarsi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy