La Lazio torna terza

La Lazio torna terza

La Lazio porta a termine il suo compito e raccoglie meritatamente i tre punti all’Olimpico, archiviando senza tanti patemila pratica Pescara. Un due a zero maturato nel primo tempo che permette ai padroni di casa di gestire comodamente la partita. L’undici di Petkovic si riaccomoda al terzo posto, staccando di due punti il Milan nella corsa Champions. Il Pescara, invece, rimane a cinque punti dalla zona salvezza (il Toro resta a dieci lunghezze dagli abbruzzesi).  
A inizio partita, dopo soli cinque minuti, i biancocelesti perdono Konko che lascia il posto a Pereirinha. Alla mezz’ora la squadra di casa passa: una gran botta di Radu, al primo gol in serie A, sblocca il risultato. Passano solo sei minuti e arriva il raddoppio di Lulic. Bella azione personale dello svizzero che lasci partire un’altra fiondata che trafigge Pelizzoli. Un uno due da knock out pugilistico a cui il Pescara non sa rispondere. 
Nel secondo tempo la Lazio potrebbe dilagare ma Floccari non è quello delle ultime uscite e spreca più volte l’opportunità di segnare il suo nome sul tabellino dei marcatori. Al ventesimo spara su Pelizzoli, dieci minuti dopo si addormenta e permette Bjarnason di recuperare. Il Pescara prova ad accorciare ma il risultato rimane fisso sul due a zero. Un risultato che da fiducia alla Lazio che tiene a bada le inseguitrici milanesi.

Lazio: Marchetti; Konko (5′ Pereirinha), Cana, Dias, Radu; Ledesma; Candreva (36′ Candreva), Gonzalez (21’st Onazi), Hernanes, Lulic; Floccari. A disp: Bizzarri, Strakosha, Biava, Pereirinha, Ederson, Onazi, Saha, Kozak. All. Petkovic

Pescara: Pelizzoli; Balzano, Zauri, Cosic, Capuano, Bocchetti; Rizzo, Cascione, Bjarnason; Abbruscato (15’st), Celik (26’st Caraglio). A disp: Perin, Sculli, Modesto, Vukusic, Caraglio, D’agostino, Caprari. All.: Bergodi

Marcatori: 29′ Radu, 35′ Lulic

Arbitro: Romeo

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy