La maglia di capitan Valentino

La maglia di capitan Valentino

Editoriale / Nel giorno del centesimo anniversario dalla nascita di Valentino Mazzola, il Torino che ha reso leggenda è ad un bivio

di Redazione Toro News

Se il Torino avesse un volto sarebbe sicuramente quello di Valentino Mazzola. Oggi per tutti coloro che sono affezionati al mondo granata non è un giorno come gli altri. Oggi, 26 gennaio, ricorre il centesimo anniversario dalla nascita di quello che fu molto di più di un semplice giocatore, di un semplice capitano. Spendere parole su quanto il Grande Torino e il suo leader siano stati importanti non solo nello sport ma anche nella storia del Paese sarebbe scontato, quasi superfluo. Capitan Valentino ha reso leggenda la maglia granata, legandola per sempre al suo nome e a quello degli invincibili tragicamente scomparsi a Superga.

Ironia della sorte il Valentino day è anche la vigilia di una partita cruciale per chi quella maglia la indossa attualmente. Torino-Inter è un crocevia per la stagione e tutto l’ambiente si aspetta che la squadra segua l’insegnamento di Valentino. Indossare quella maglia è un orgoglio ma anche una responsabilità, onorarla con dedizione è un dovere. I giocatori del Toro dovranno rimboccarsi le maniche proprio come faceva Valentino Mazzola e ricordarsi bene – oggi più che mai – che rappresentano una squadra diversa da tutte le altre.

Silvio Luciani
Gianluca Sartori

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13797744 - 2 mesi fa

    Una maglia speciale per ricordarlo no ? Avrei pure ritirato il numero , tanto in futuro un giocatore cosi non lo avremo mai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 2 mesi fa

      Pienamente d’accordo con il Tuo intervento.

      Purtroppo oggi abbiamo in casa l’antitesi del Grande Torino e degli Invincibili: il mandrogno opportunista e editorialista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. André - 2 mesi fa

    Bravo! Ben detto! Forza Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy