La moviola di Palermo-Torino: Cervellera sufficiente, ma “salvato” da Padelli

La moviola di Palermo-Torino: Cervellera sufficiente, ma “salvato” da Padelli

Gli episodi arbitrali / Il fischietto di Taranto porta a casa la sufficienza. Ma manca un giallo a Gonzalez, e quello a Glik non convince

Cervellera, arbitro

In Palermo-Torino, Cervellera porta a casa la sufficienza. L’arbitro di Taranto, che si sta rivelando una sorta di amuleto per il Torino in trasferta (aveva diretto anche la gara di Bergamo con l’Atalanta) ha commesso qualche errore, ma negli episodi chiave ha azzeccato le scelte. E ha tenuto in mano una gara che si era fatta vivace fin dai primi minuti di gioco.

Al 16’ non convince il fallo fischiato a Maksimovic: il serbo prende la palla in un intervento in scivolata su Vazquez. Ma è netto il rigore che Immobile su procura e trasforma: l’attaccante si infila tra Morganella e Goldaniga in area ed è steso da quest’ultimo.

Al 34’ manca un giallo su Gonzalez: il difensore costaricano interviene in netto ritardo sulle gambe di Baselli. L’arbitro lascia giustamente correre per il vantaggio ma a gioco fermo avrebbe dovuto estrarre il giallo per il difensore. Lo fa invece nei confronti di Glik al 42’: il capitano polacco del Torino interviene in anticipo a centrocampo su Gilardino, in tackle scivolato. Certamente Glik prende il pallone, non è chiaro se grazie a una carica irregolare sull’attaccante italiano. Ma il giallo sembra in ogni caso una decisione eccessiva.

Al 38’, giallo per Vives: la decisione qui ci può stare, perché il napoletano tocca duro Vazquez al limite dell’area, e non era inoltre il primo fallo commesso dal numero 20.

Palermo-Torino
Bosi, Palermo-Torino
Palermo-Torino, Immobile
difesa
Vives, centrocampo
Zappacosta, Centrocampo
Belotti, attacco

Sul finire del primo tempo, viene fischiato un fuorigioco assolutamente inesistente a Peres: ma il brasiliano, sull’imbucata di Vives, aveva sbagliato il tocco in mezzo, favorendo l’uscita di Alastra. Sul ribaltamento di fronte, annullato il goal a Rispoli correttamente: Gilardino è in netto fuorigioco all’inizio dell’azione, che vede Padelli salvare due volte sulla linea di porta a gioco fermo.

Nella ripresa, sono due gli episodi arbitrali importanti. Al 9’, quando Padelli salva con un bel colpo di reni su un tentativo di Gilardino, c’era un fuorigioco dell’attaccante italiano da sanzionare. Qui Cervellera è stato “salvato” dalla parata del portiere granata. Il fischietto sceglie invece bene al 14’: sul pericolosissimo inserimento di Chochev in area, prima Benassi e poi Molinaro intervengono sul pallone. Non c’era nessun rigore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy